Tragedia a Porto Miggiano, trovato senza vita il 67enne disperso in mare

Il corpo senza vita del 67enne di Vignacastrisi disperso in mare è stato ritrovato a circa un miglio dalla costa. Era stata la famiglia a lanciare l’allarme

Si sono concluse nel peggiore dei modi le ricerche di un 67enne di Vignacastrisi (frazione di Ortelle), disperso in mare. Il corpo dell’uomo, M.G., è stato ritrovato senza vita nelle acque di Porto Miggiano.

Era stata la famiglia, che non aveva più sue notizie da ore, a lanciare l’allarme, attivando la macchina dei soccorsi. Che cosa sia accaduto al largo di Santa Cesarea Terme, a circa un miglio dalla costa, resta un mistero. È probabile che l’anziano sia stato colto da un malore mentre faceva il bagno. O che sia caduto dalla scogliera, visto il punto, particolarmente impervio, in cui sono stati ritrovati i suoi effetti personali. Nessuna pista può essere esclusa, almeno per il momento.

Sono stati i carabinieri della Compagnia di Maglie, raggiunto il posto, a trovare gli indumenti dell’uomo e le chiavi della macchina, parcheggiata poco lontano. Di lui, invece, non c’era traccia. Poco dopo, il tragico epilogo: il corpo del 67enne è stato recuperato da una motovedetta della Capitaneria di Porto di Otranto. Ad indirizzare i militari, un elicottero dei Vigili del Fuoco che, dall’alto, aveva notato il corpo dell’anziano riverso in acqua, immobile. Ormai, non c’era più nulla da fare.

Una volta toccata terra, nel porticciolo di Castro, la salma è stata ispezionata dal medico legale e, una volta conclusi gli accertamenti del caso, sarà restituita alla famiglia.



In questo articolo: