Buon ArnesANNO: il 29 e il 30 dicembre percorsi salentini tra arte, musica ed enogastronomia

Due notti nel centro storico di Arnesano. L’appuntamento è per domani 29 e domenica 30 dicembre, dalle 17:00 fino a tarda sera, itinerari del gusto, della musica e dell’artigianato.

Il piccolo borgo è pronto ad ospitare quanti vorranno assistere ad uno spettacolo dal vivo che travolgerà chiunque: due notti, dal 29 al 30 Dicembre, le viuzze e il grande palazzo del centro storico del paese si trasformeranno in un mercatino di attrazioni.

Buon ArnesANNO”: un evento dedicato a gusto, tradizione, intrattenimento, arte, mercatini e tanti buoni piatti della gastronomia locale e internazionale, in attesa dell’anno nuovo.

Arnesano è un piccolo paese situato nel nord Salento, distante 7 km dal capoluogo provinciale, comprende anche il centro abitato di Riesci, distante 600 metri in direzione ovest. È un comune dell’hinterland leccese e geograficamente appartiene alla Valle della Cupa, uno dei pochi avvallamenti del tavoliere salentino.

La kermesse prenderà il via nel weekend, si inizia domani 29 dicembre dalle 17:00 fino a sera tardi in Piazza XXIV Maggio: Beirut World Beat Oriental DJ, un innovativo DJ set di world music che propone un connubio inedito di suoni e fusioni dal Medio Oriente e dal Mediterraneo.  Il pubblico si ritroverà immerso in un’esperienza esotica e coinvolgente, accompagnato in un viaggio attraverso ritmi incalzanti e incanti sonori provenienti dal Medio Oriente arabo, Libano, Siria, Egitto, Iraq, Palestina, Nord Africa, Iran, India, Grecia, Turchia, Balcani, Est Europa e Andalusia.

Alle ore 19:00 si ascolterà il “Concerto per Arpa e violino” con Eleonora Carbone e Paola Barone per circa cinquanta minuti, nel Palazzo Marchesale. Le due musiciste proporranno brani e composizioni di Tiersen, Piazzolla, Offenbach, Saint Seans, Morricone, Granados e Shostakovic.

A seguire, alle ore 21:00 lo spettacolo “Hysterrae, voci ancestrali”, un quintetto di donne speciali e cantatrici della terra: Cinzia Marzo, Irene Lungo, Maria Mazzotta, Shadi Fathi (Iran) e Silvia Gallone.

Domenica 30 dicembre parata della mattina al tardo pomeriggio con Stella Band Serenade che animaerà le vie del centro. Dalle 17:00, in Piazza XXIV Maggio, DJ set di Massimo Scienza, con selezione di vinili dall’afro beat al funk e altro.

Alle 19:30 per circa venti minuti “INEDITA”, dove i bambini della scuola elementare e media si esibiranno con l’omonimo progetto musicale curato del Maestro Francesco Manganaro.

Alle 20:00, per circa cinquanta minuti, nel Palazzo Marchesale “ìSola” con Rachele Andrioli. Un tentativo, un’occasione, un leggero e semplice raccoglimento di esperienze per unificare lo studio, la ricerca ed il senso di appartenenza alla terra e alla musica di matrice popolare, ovvero ciò che la spinge verso la consapevolezza di un’anima latina, sperimentando le influenze moderne ed aprendosi al mediterraneo.

Alle 22:00 Cesare dell’Anna e Opa Cupa. L’esplosiva band si nutre di contaminazioni, esperimenti e dinamicità. Il cuore pulsante degli Opa Cupa è, infatti, la continua voglia di sperimentare ed arricchirsi musicalmente tramite l’esplorazione di nuovi percorsi sonori senza la paura di spingersi oltre le barriere di genere.  Da ormai quasi vent’anni la band lavora sulla commistione tra la tradizione musicale delle bande da giro e le ritmiche e melodie delle fanfare dei Balcani. Un’esperienza unica che evidenzia il vissuto culturale e musicale della gente del Sud, di tutti i Sud del mondo.


In questo articolo: