A Ortelle torna la festa di San Vito, una delle fiere più grandi del Sud Salento

Grande successo di pubblico dopo gli anni della pandemia. Stand di prodotti tipici e arrosti di carne nella tradizionale fiera di Ortelle e Vignacastrisi, che chiude le feste salentine della bella stagione.

La tradizione della carne di maiale si ripresenta ad Ortelle nella festa patronale di San Vito, il giovane martire cristiano al quale è rivolta una devozione molto diffusa. Da tutte le parti della provincia, e anche da oltre confine, migliaia di persone si riversano nella piccola cittadina dell’hinterland castrense per vivere una domenica a contatto con la natura e le tradizioni locali.

Sono state quattro le giornate di festa, si è partiti giovedì scorso e si è chiuso oggi, come sempre nella quarta domenica di ottobre. Un’occasione per chiudere perentoriamente la bella stagione, in attesa di salutarla nuovamente nella prossima primavera con l’apertura ufficiale delle feste salentine a Diso nella famosa Festa dei Santi apostoli Filippo e Giacomo, il primo di maggio.