Presentata l’edizione 2021 de “La Notte della Taranta”. Enrico Melozzi e Madame maestri concertatori

Saranno loro a dirigere la serata finale. L’evento di Melpignano è la tappa finale del Festival itinerante che torna nelle piazze di Puglia dal 4 al 26 agosto.

Si è svolta nella giornata di ieri a Bari, presso il Polo Arti, Cultura e Turismo della Regione Puglia, la conferenza stampa di presentazione de La Notte della Taranta 2021. È stato presentato il programma del Festival itinerante che si svolgerà dal 4 al 26 agosto e annunciati i maestri concertatori del concertone finale di Melpignano, che saranno Enrico Melozzi e Madame.

Madame e Melozzi, quindi, dirigeranno lo spettacolo in programma il 28 agosto che sarà trasmesso per la prima volta da Rai 1,  il 4 settembre alle 22:30. Una nuova sfida di ricerca musicale per la Fondazione Notte della Taranta che per l’edizione numero 24 del Concertone punta alla commistione tra linguaggio popolare e urban rock portando i brani della tradizione alla ricerca di inclusione e fluidità. Tema del Concertone 2021 è: “Il valore della libertà”.

Il Festival

Il Concertone è la tappa finale del Festival itinerante che torna nelle piazze di Puglia dal 4 al 26 agosto e ospiterà 35 concerti e la festa per il trentennale dei Sud Sound System.

Si parte il 4 agosto da Corigliano d’Otranto con l’omaggio dell’Orchestra Popolare a Daniele Durante, e poi Nardò, Alberobello, Alessano, Sogliano Cavour, Cursi, Taranto, Calimera, Carpignano Salentino, Lecce, Nociglia, Racale, Ugento, Cutrofiano, Zollino, Castrignano de’ Greci, Galatina, Martignano, Soleto, Sternatia, e il 26 agosto si chiuderà a Martano.

Il Festival sceglie le periferie di due grandi città per portare la musica nella bellezza dei desideri di migliaia di persone che ci abitano. Protagonista L’Orchestra Popolare della Notte della Taranta che sarà a Lecce il 13 agosto nel cuore della zona 167, in via Novara e il 10 agosto nell’area mercatale della borgata di Talsano a Taranto. “Torniamo a incontrare il pubblico, nonostante i tempi non siano del tutto favorevoli, per sostenere il comparto della musica popolare duramente colpito dal Covid e fare il pieno di energia positiva, fonte primaria della creatività popolare”, ha commentato Luigi Chiriatti, direttore artistico del Festival. Appuntamento tra i più attesi dell’estate pugliese, il Festival si conferma il grande palcoscenico diffuso per la promozione della cultura popolare italiana e strumento di crescita per i giovani talenti.

“La scelta dei maestri concertatori è un chiaro messaggio ai giovani che durante il lockdown hanno visto penalizzata la socialità e la vita pubblica”, ha affermato il Presidente della Fonazione Notte della Taranta Massimo Manera.

“Ancora una volta – conclude – la ricca programmazione dimostra la continua ricerca nel panorama della musica popolare di qualità e talento”.