12 milioni per il Nautico. Gabellone: ‘Sarà una scuola-modello per l’Italia, non solo per il Salento’

Il Nautico sarà ricostruito ex novo e dotato di tutte le innovazioni tecnologiche e strutturali con cui si costruiscono le scuole d’eccellenza del panorama nazionale. Dalla Regione Puglia arriva un finanziamento di 12 milioni di euro.

Le nubi che impedivano di capire quale sarebbe stato il futuro dell’Istituto Tecnico Nautico “Amerigo Vespucci” di Gallipoli si sono finalmente diradate. Il passato della gloriosa scuola che da oltre 50 anni sforna capitani di lungo corso destinati alle torrette di comando delle navi, sembrava solo un triste ricordo sostituito da una storia più recente, iniziata nel 2007 quando la sede in via Gramsci, di proprietà della Provincia di Lecce, venne sgomberata totalmente perché ritenuta ‘pericolante’. È iniziata in quel momento l’odissea dei tanti studenti, che non hanno mai smesso di lottare e sperare che quello che oggi è un rudere torni ad essere un’eccellenza scolastica del territorio salentino.
 
La gloriosa scuola che ha forgiato numerose generazioni di ‘Gente di mare’ e molte altre categorie di professionisti, affacciata sul mare gallipolino, a due passi dal corso della città vecchia, danneggiata e abbandonata da anni ora potrà essere ricostruita ex novo. Di più il “Nautico” sarà dotato di tutte le innovazioni tecnologiche e strutturali con cui si costruiscono le scuole d’eccellenza del panorama nazionale.
 
 
La Regione Puglia, infatti, (con Determina 37 del 12/10 del Servizio Scuola, Università e Ricerca) ha approvato definitivamente la graduatoria regionale relativa alle manifestazioni di interesse presentate dagli enti locali pugliesi per la realizzazione di nuove scuole. La Provincia di Lecce aveva partecipato all’avviso pubblico del MIUR candidando l’intervento di ricostruzione del “Nautico” di Gallipoli, che è stato ammesso dalla Regione Puglia per un finanziamento di 12 milioni di Euro.
 
Spetterà ora al Ministero ratificare le proposte e approvarle definitivamente, ammettendo a finanziamento l’intervento. Il Ministero bandirà un concorso di progettazione nazionale, scegliendo il miglior progetto su scala nazionale per il “Nautico” di Gallipoli”. Alla Provincia toccherà soltanto la fase esecutiva e l’appalto dei lavori.
 
Il progetto si caratterizzerà, secondo i contorni definiti dal bando, per un carattere di enorme innovazione costruttiva, degli spazi e delle aule.
 
Ad annunciarlo con grande soddisfazione è stato il numero uno di Palazzo dei Celestini, Antonio Gabellone «Non c’è che dire, bastano questi elementi, per giustificare automaticamente la mia soddisfazione: abbiamo sentito tante polemiche, ascoltato in silenzio il fuoco di fila di accuse che si sono levate nella direzione della nostra Amministrazione Provinciale. Abbiamo fatto parlare un’altra volta i fatti, che sono lontani dalle beghe politiche e dalle sterili contrapposizioni legate all’ambiente cittadino. Noi guardiamo oltre. Faremo del “Nautico” una scuola-modello per l’Italia. Non solo per il Salento».