​’Una nuova agricoltura nel Salento’. Italia Nostra lancia la sfida

‘Una nuova agricoltura nel Salento, sintesi di culture identitarie e di sostenibilità economica ed ambientale’: è questo il titolo del workshop ormagizzato da Italia Nostra sezione sud Salento. Rappresentanti del mondo agricolo e delle istituzioni al convento degli Agostiniani.

C’è bisogno di una profonda riflessione, anche se l’argomento da trattare, in tutte le sue mille sfaccettature, è quello dell’agricoltura del Salento. Da tempo, infatti, si avverte l’esigenza di guardare quest’antico mestiere con occhi diversi per capire in che modo il comparto può “ripensare” i suoi confini in rapporto ai mutamenti demografici, economici e sociali che contraddistinguono la nostra era. La riflessione, però, non deve rimanere fine in se stessa, ma deve sfociare in proposte utili a rispondere ai bisogni delle generazioni presenti e future.
 
In questo senso, l’appuntamento di Identità Salentina, giunta alla sua 18esima edizione, rappresenta un’occasione straordinaria sia per la possibilità di trattare queste tematiche, sia per la necessità di confrontare idee e proposte con agricoltori, imprenditori, scienziati e politici dei 100 comuni salentini e con le organizzazioni della società civile. Insomma, un momento da prendere al volo per capire quali sono le sfide da cogliere e le opportunità da sfruttare. Lo ha colto Italia Nostra sezione sud Salento attraverso il Workshop dal titolo “Una nuova agricoltura nel Salento, sintesi di culture identitarie e di sostenibilità economica ed ambientale". Un incontro a cui  prendono parte numerosi e qualificati rappresentanti del mondo agricolo e delle istituzioni.
 
L’appuntamento da segnare in rosso sul calendario è per venerdì, 21 ottobre 2016, dalle ore 16.30. Un programma ricco quello che andrà in scena nella splendida cornice dell’ex Convento Agostiniani, di Melpignano.
 
Ai saluti del sindaco Ivan Stomeo, seguiranno quelli del presidente di Italia Nostra Sud Salento Marcello Seclì. La presentazione è affidata ad Antonio Bruno, componente del Direttivo di Italia Nostra. La relazione programmata sarà a cura di Giuseppe Mauro Ferro, Accademico dei Georgofili.
 
Successivamente sarà di scena una tavola rotonda moderata dal giornalista esperto di territorio Marco Renna, nel quale si confronteranno Rosario Centonze, presidente dell’Ordine dei dottori agronomi della provincia di Lecce, Stefano Morano di Copagri Lecce, Luigi De Bellis direttore DISTeBA dell’Università del Salento, Pantaleo Piccinno presidente Coldiretti Lecce, Saverio De Bellis Commissario Confagricoltura Lecce e Giulio Sparascio presidente CIA Lecce. Conclusioni saranno affidate a Luigi Sonnino, vice presidente nazionale FIDAF
 
I risultati di questo lavoro consentiranno di predisporre un documento la cui versione definitiva sarà messa a disposizione dei decisori politici ed economici del nostro territorio. 



In questo articolo: