Case popolari, i ritardi e gli abusivi proccupano le famiglie che aspettano. Il Sindaco rassicura tutti

Sono preoccupate le famiglie in attesa delle assegnazioni delle case popolari di Campi salentina. Il sindaco Alfredo Fina: “entro ottobre concluderemo l’iter”

«Siamo famiglie disperate, con figli e tanti disagi. Siamo in attesa dell’assegnazione degli alloggi popolari, ma sembra che tutto sia fermo con il solito rimbalzo di responsabilità tra gli enti. Tra poco arriva l’inverno e vorremmo dare una casa dignitosa ai nostri piccoli, prima che arrivi il freddo. Intanto, gli abusivi continuano ad occupare gli appartamenti, come se nulla fosse. Vorremmo sapere che ne sarà di noi e cosa intende fare l’amministrazione comunale che ha fatto della lotta all’abusivismo un cavallo di battaglia durante l’ultima campagna elettorale».

A scriversi due mail in due giorni sono state alcune famiglie di Campi salentina che attendono da ormai troppo tempo quelle chiavi che aprirebbero loro una nuova vita. Il timore è che restino senza casa perché, a loro dire, tolti gli appartamenti già occupati in spregio alla legge, ne restano pochissimi.

Si tratta di 25 alloggi popolari completati che Arca Sud ha consegnato al Comune il 25 giugno scorso, insieme all’autorizzazione ad effettuare le assegnazioni per poi procedere ai contratti di locazione. Ma se quasi tre mesi sembrano essere un tempo ‘fisiologico’ per la burocrazia per chi aspetta è quasi un’eternità. Lo sa bene Alfredo Fina, neo sindaco della città di Carmelo Bene.

“Voglio tranquillizzare i miei cittadini”

«Comprendo i timori delle persone che aspettano una casa da anni, alcuni persino da 30, ma quando si parla di alloggi popolari si entra in un campo ‘scottante’ e noi, come amministrazione, vogliamo essere scrupolosi. Chi ha diritto non ha nulla da temere. Tutto sarà fatto in maniera trasparente e regolare» assicura il primo cittadino che punta il dito contro chi ha pensato di scavalcare la legge: «Gli abusivi saranno sgomberati, ma voglio informarli che se qualcuno verrà trovato in una casa non sua perderà qualunque beneficio futuro».

Sui ritardi il Sindaco Fina allontana la responsabilità: «Ci siamo insediati da tre mesi e abbiamo dovuto fare i conti con alcuni ostacoli tra cui l’allaccio alla rete elettrica che mancava e la rottura di un tubo della fognatura, inconveniente risolto fortunatamente nel giro di poco». Insomma, ancora un po’ di pazienza e la situazione sarà sbrogliata. «Entro ottobre – ha dichiarato il primo cittadino – contiamo di concludere l’assegnazione. Anche perché sta per arrivare l’inverno. Mi rendo perfettamente conto che è un dato sociale importante, da parte nostra c’è tutta la volontà di assegnare gli alloggi in maniera lineare, seguendo i criteri»



In questo articolo: