Arrivano oggi i primi segnali d’estate: temperature in aumento nei prossimi giorni

Dopo tanta attesa, finalmente giungono oggi i primi cenni d’estate. Nei prossimi giorni, le temperature oscilleranno tra i 27 e 30°. La bella stagione è¨ alle porte.

Molti salentini la stanno attendendo con ansia da poco prima di maggio, ovvero quando, generalmente, comincia ad accennare pian pianino i suoi effetti. Quest'anno, però, è mancata all'appuntamento classico. Se anche il "Tacco d'Italia", patria del sole e del caldo torrido, ha dovuto fronteggiare un inaspettato ritardo, allora "stiamo freschi". Un'espressione del tutto paradossale. Eppure corrisponde alla totale verità. Ad ogni modo, si tranquillizzino da subito gli amanti dell'abbronzatura; lei presto arriverà. Potremmo accoglierla già da domani, per non parlare poi del prossimo weekend. "Di chi si parla", vi starete chiedendo: ma è ovvio, dell'estate

E sarebbe anche ora. Giunti ai primi di giugno con indosso ancora un giubottino primaverile – soprattuto alla sera – i salentini che amano fin dai primi periodi invadere le bellissime spiagge del territorio non ne potevano più. La confema ci giunge dalle informazioni metereologiche che stanno circolando nelle ultime ore.

Pare infatti che a partire da Venerdì 6 Giugno, per poi proseguire lungo tutto il fine settimana, le temperature massime oscilleranno tra i 27 e i 30°. Tradotto, i bagnanti coglieranno al volo l'occasione – approfittando dell'anticiclone africano che avvolgerà l'area mediterranea – per tuffarsi a mare, finalmente. 

Nelle prossime ore, dunque, Il tempo sarà all'’insegna della stabilità e del caldo. Vento di maestrale moderato su zone centrali e adriatiche, più attenuato e tendente a ruotare da ponente su zone ioniche. Temperature con poche variazioni verso l'’alto. Sitauzione mari: da quasi calmo a poco mosso lo Ionio; mosso, invece, l'’Adriatico. Gli ingredienti per un inizio scoppiettante della "bella stagione" ci sono tutti. Non resta che preparasi ad accoglierla come si deve. 
 



In questo articolo: