Autovelox e telelaser anche nel 2016: ecco il calendario di gennaio

Il nuovo anno inizia all’insegna degli autovelox: la Provincia di Lecce ha diramato il calendario delle postazioni di autovelox e telelaser installate a gennaio su tutto il territorio. In allegato il calendario in formato pdf da scaricare e tenere ben in mente.

Sta per iniziare il nuovo anno, ma anche nel 2016 gli automobilisti salentini dovranno fare molta attenzione agli autovelox distribuiti su tutto il territorio di Lecce e provincia. La sicurezza stradale, infatti, non deve andare mai in vacanza, ecco perché le istituzioni invitano tutti i salentini a prestare attenzione quando ci si mette alla guida della propria autovettura.
 
Proprio questi giorni di festività, ad esempio, sono quelli durante i quali bisogna tenere gli occhi ben aperti e le mani saldamente al volante: le cronache degli ultimi anni, infatti, ci insegnano come durate le feste di Natale e Capodanno, con le strade affollata di gente pronta a raggiungere i luoghi più suggestivi del Salento, sono spesso teatro di sinistri che il più delle volte, ahinoi, riservano risvolti tragici.
 
Ma al di là degli incidenti, chi si mette alla guida teme anche le multe. Ce ne sono di ogni tipo: si va dalle mancate cinture allacciate al divieto di sosta e fermata, passando ovviamente per il superamento del limite di velocità consentito nei centri urbani ed extraurbani. Proprio per disincentivare l’eccesso di velocità da anni gli automobilisti hanno un nemico in più: i temutissimi autovelox. Se ne vedono spuntare continuamente di nuovi: quelli che rilevano la velocità, quelli che fotografano il momento del transito con il semaforo ancora rosso e persino quello che leggono la targa della vettura che si sta per immettere in una zona a traffico limitato.
 
Come di consueto, allora, la Provincia di Lecce ha diramato il calendario degli autovelox attivati su tutto il territorio leccese nel mese di gennaio: tutto il dettaglio lo trovate nel file allegato, in formato pdf, direttamente in originale, così come diramato dell’Ente di Palazzo dei Celestini e pronto da scaricare.



In questo articolo: