Chiesa di Puglia in lutto. È morto il Vescovo Martella

La diocesi di Molfetta è in lutto: muore nella serata di ieri il vescovo Luigi Martella, originario di Depressa, frazione di Tricase. I suoi cari e i suoi fedeli sono stati profondamente colpiti dalla scomparsa.

Un infarto nella serata di ieri ha strappato all’improvviso il vescovo Gino Martella all’affetto della sua diocesi quella che fu di don Tonino Bello, anch’egli originario del Capo di Leuca. La notizia della morte del vescovo di Molfetta Ruvo Giovinazzo Terlizzi ha sconvolto l’intera regione ecclesiastica pugliese per la perdita di un pastore particolarmente stimato e amato.
 
Don Gino, nato nel 1948, a Depressa frazione di Tricase, fu nominato vescovo da Papa Giovanni Paolo II nel dicembre del 2000 e ricevette l’ordinazione episcopale nel marzo del 2001 nella cattedrale di Otranto dedicata a Santa Maria Annunziata, per mano dell’arcivescovo di Bari Francesco Cacucci che fino all’anno precedente era stato vescovo nella sua diocesi di origine, quella otrantina.
 
Sarà lo stesso arcivescovo metropolita Francesco Cacucci, presidente dei vescovi di Puglia a celebrare i funerali di Monsignor Luigi Martella domani pomeriggio nella cattedrale di Molfetta.
 
Alla celebrazione funebre è prevista la partecipazione di gran parte dei vescovi della regione e di una rappresentanza di fedeli provenienti dalla provincia salentina. Anche l’arcivescovo di Lecce S.E. Domenico d’Ambrosio ha espresso il suo profondo cordoglio accogliendo con grande tristezza la notizia della scomparsa di un vescovo noto per la sua mitezza e il suo buon cuore.
 
Come si legge sul portale della Diocesi di Molfetta, Mons. Martella, dopo il biennio filosofico-teologico nel Seminario di Treviso, ha proseguito gli studi di Teologia nel Pontificio Seminario Interregionale di Posillipo, ricevendo l'ordinazione presbiterale il 10 aprile 1977. Ha poi conseguito la licenza in Sacra Teologia presso la Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale, sezione S. Luigi, e il dottorato in Teologia morale presso l'Accademia Alfonsiana in Roma.

Successivamente il ritorno in Salento, dal 1979 al 1986 è stato rettore del Santuario "Madonna del Rosario" in Castro, e dal 1986 al 1994 primo parroco della stessa chiesa eretta a parrocchia.
Dal 1994 è stato chiamato a svolgere l'ufficio di Direttore Spirituale nel Pontificio Seminario Regionale di Molfetta.



In questo articolo: