C’è una ‘partita’ da vincere contro il Coronavirus: restate in casa, ma fate sventolare un tricolore sul balcone

Far sventolare la bandiera italiana sulle terrazze o sui balconi: è l’idea lanciata da un nostro lettore per ‘combattere’ tutti insieme il Coronavirus

L’Italia sta attraversando un momento di difficoltà da quando il covid-19 ha deciso di ‘lasciare’ l’orientale Cina per bussare alla porta dell’Occidente. È stato solo un caso se il primo ad aprire a quello che si è dimostrato un ‘nemico invisibile’ è stato il nostro ‘anziano’ Paese. È stata solo questione di tempo come dimostra l’inutile caccia al paziente 0 arrivato (forse) dalla Germania e sparito nel nulla. O forse siamo soltanto stati i primi a ‘urlare’ al mondo il bollettino dei contagi o dei tamponi effettuati, salvo poi ‘cambiare’ le regole e sottoporre ai test solo chi ha sintomi importanti.

Certo è che davanti a quei numeri scritti nero su bianco che aumentano mentre diminuiscono quelli dei posti letto in terapia intensiva e negli ospedali, dopo le restrizioni ‘severe’ contenute nel decreto #iorestoacasa, gli italiani hanno paura di non avere le armi a disposizione per combattere questa battaglia.

Che fare allora per difendersi? Una strada c’è: unirsi, stringersi forte (metaforicamente visto che bisogna mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro e mezzo) e affrontare il problema tutti insieme, rispettando quelle regole che ci sono state imposte, anche se hanno cambiato il nostro stile di vita.

Se in corsia, nei reparti, negli ospedali ci sono gli angeli o gli eroi che stanno lavorando senza sosta per salvare la vita a chi è stato contagiato, fuori gli italiani devono avere uno scatto d’orgoglio, osservando divieti e raccomandazioni, senza voci fuori dal coro.

L’Italia è un paese forte, in grado di farcela. «Andrà tutto bene» recitano i cartelli comparsi in molte città da Nord a Sud, nei vicoli e nelle strade di città e paesi. Un messaggio di speranza, ma ci sono altri “segnali” che si possono lanciare come quello suggerito da un nostro lettore – Egidio – che ha deciso di esporre la bandiera italiana sul suo balcone.

Il tricolore – che da più di 200 anni è stato il testimone di tutti gli avvenimenti più importanti che hanno segnato la storia della nostra Patria – deve diventare un simbolo dell’unità anche in questa ‘guerra’.

Facciamo sventolare la bandiera sulle nostre terrazze, coloriamo di verde, bianco e rosso i nostri balconi. Uniti, tutti insieme, contro il virus. Come l’ultima volta che l’Italia ha vinto i mondiali, come quando il Lecce ha conquistato la serie A. Anche in questo caso c’è una ‘partita’ da vincere. E un orgoglio e una dignità da mostrare.



In questo articolo: