Dalla Questura: una task force per i controlli sul territorio. Chi sbaglia paga

Vietati gli spostamenti se non per motivi di lavoro, salute o per acquistare alimenti di prima necessità. Chi non rispetterà le indicazione del D.P.C.M. rischia sanzioni penali

In seguito alla pubblicazione del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 marzo e alla direttiva del Ministro dell’Interno, la Questura di Lecce, in seguito al Tavolo Tecnico con le Forze dell’Ordine, ha emesso una comunicazione che rende noto il dispiegamento sul territorio provinciale, di uomini e donne della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e delle Polizie Locali per verificare il rispetto della mobilità da e per il capoluogo.

Per chi viola le limitazioni agli spostamenti la sanzione è prevista in via generale dall’articolo 650 del codice penale, ovvero “inosservanza di un provvedimento di un’autorità”, con una pena che prevede l’arresto fino a tre mesi o l’ammenda fino 206 euro.

Qui di seguito, i posti di controllo sulle arterie stradali all’ingresso della Città di Lecce:

  • S.S. 613 (ingresso Lecce – Viale Porta Europa);
  • S.S. 101 (ingresso Lecce – Via Lequile);
  • S.S.  16  (ingresso Lecce – Via Puglia);
  • S.S.    7  (ingresso Lecce – Via Taranto);
  • S.P.    4  (ingresso Lecce – Via V. Gemito);
  • S.P.     1 (ingresso Lecce – Via Vernole);
  • S.P. 364 (ingresso Lecce – Viale della Libertà).

Per la Provincia di Lecce sono predisposti i servizi di controllo sulle seguenti arterie stradali:

  • S.S. 274 ( Gallipoli – Santa Maria di Leuca) a cura dell’Arma dei Carabinieri;
  • S.S. 101 (Gallipoli – Lecce) a cura della Polizia Stradale;
  • S.S. 275 (Maglie – Santa Maria di Leuca) a cura della Guardi a di Finanza;
  • S.S.  16  (Maglie – Lecce) a cura della Polizia Stradale;
  • S.S.  16  (Otranto – Maglie) a cura della Polizia Stradale e del Commissariato P.S. Otranto;
  • S.S. 613 (Brindisi – Lecce) a cura della Polizia Stradale e dell’Arma dei Carabinieri;
  • S.P. 364 (S. Cataldo – Lecce) a cura della Polizia Provinciale;
  • S.P. 366 (Otranto – San Cataldo) a cura della Polizia Provinciale;
  • S.P.   87 (Porto Badisco – Otranto) a cura della Polizia Provinciale;
  • S.P. 358 (Santa Maria di Leuca –  Porto Badisco) a cura della Polizia Provinciale.

Saranno, inoltre, effettuati controlli in piazza S. Oronzo, piazza Duomo e piazza Mazzini oltre alle verifiche che verranno fatte ai pullman in arrivo e in partenza da Lecce presso il Terminal dell’ex Foro Boario. I controlli presso la Stazione Centrale di Lecce saranno svolti a cura del personale della Polizia di Stato in servizio presso il Compartimento di Polizia Ferroviaria – Posto di P.F. di Lecce.

Modalità dei controlli e autocertificazioni

Nel corso del controllo sarà richiesto ai cittadini di dimostrare le motivazioni dello spostamento in deroga alle disposizioni del D.P.C.M. esibendo il modello di autodichiarazione che sarà acquisito dalle Forze dell’Ordine per i necessari controlli. I dati forniti dai cittadini saranno verificati a campione e, questi ultimi saranno passibili di contestazioni penali qualora le dichiarazioni risultassero false.



In questo articolo: