‘Politici, alzate il sedere dalla sedia e datevi da fare’, lo sfogo dei volontari del 118 senza mascherine

A sfogarsi su Facebook è Damiano Donno, presidente dell’associazione di volontari Meridionale Soccorso che collabora con la Asl di Lecce.

Li abbiamo definiti l’avamposto nella guerra contro il coronavirus, il personale più esposto, gli angeli che si occupano di recarsi nelle abitazioni di chi è affetto da coronavirus, o ritiene di esserlo, per portarlo nelle strutture attrezzate ed essere curato. Triste accorgersi, poi, che proprio quel personale non sia attrezzato per svolgere la propria missione. Triste accorgersi che quel personale non abbia i dispositivi di protezione individuale. Non ci sono guanti e non ci sono mascherine. Non c’è nulla e gli uomini e i mezzi sono costretti a rimanere fermi davanti alle loro sedi.

La triste denuncia arriva da Damiano Donno della Meridionale Soccorso in un video postato su Facebook. Stiamo parlando del presidente di un’associazione di volontari che svolge in convenzione con l’Asl di Lecce il servizio di 118.

‘Ambulanze ferme, personale idoneo fermo, tutti pronti ma non abbiamo i dispositivi minimi di sicurezza. Politici locali e regionali è una vergogna! Datevi da fare perché così non ci si comporta con i cittadini. E a voi cittadini dico: non ve la prendete con la centrale operativa del 118, non è colpa loro. Non è nemmeno colpa nostra! È colpa solo di chi ha tagliato i fondi alla sanità in questi anni’



In questo articolo: