Prende a calci le casette dei gatti della colonia felina e scappa, le volontarie: “segnalate se notate qualcosa”

Un ragazzo di circa 20 anni avrebbe preso a calci le casette del recinto della colonia felina al cimitero monumentale di Lecce che ospitano i gatti più vulnerabili e ora le volontarie hanno paura.

Grazie all’instancabile lavoro delle volontarie i gatti della colonia felina al Cimitero Monumentale di Lecce sono amati e curati. Sono quasi 200 i piccoli amici a quattro zampe gestiti solo per passione, destreggiandosi tra le mille difficoltà, lontano dalle luci dei riflettori. Per questo, fa male quanto accaduto nei giorni scorsi, quando uno sconosciuto ha ben pensato di “divertirsi” prendendo a calci le cucce che ospitano i mici più indifesi. Cucce che erano state ottenute faticosamente per garantire un riparo ai gatti nelle giornate più fredde o di pioggia.

Secondo alcuni testimoni che avrebbero assistito alla scena un ragazzo sui 20 anni, apparentemente senza motivo, si sarebbe scagliato contro le casette con violenza, talmente tanta aggressività da scardinarle dalla base. E, cosa peggiore, la “furia” sarebbe avvenuta davanti ai gatti. Alcuni sono fuggiti via terrorizzati, altri sono stati ritrovati immobilizzati dalla paura. Ora stanno tutti bene, ma l’indignazione delle volontarie resta come si legge in un lungo post affidato alla pagina Facebook della Colonia: «quale essere che danneggia il recinto in cui sono ospitati i gatti più vulnerabili della nostra colonia, spaventandoli a morte, può definirsi persona?».

Ma non è solo il gesto, ingiustificabile, a preoccupare le volontarie, quanto il fatto di trovarsi impreparate nel caso in cui dovesse accadere di nuovo. «Come potremo ora essere certe che ciò che questo squilibrato prenderà a  calci la prossima volta non sarà proprio uno dei nostri gatti? Chi ci dice che non se la prenderà con una delle 200 anime innocenti che compongono la nostra colonia?».

Una paura giustificata visto che, a volte, la cattiveria umana colpisce proprio i più deboli. Per questo le volontarie hanno voluto lanciare un appello alla comunità, una richiesta di aiuto ai cittadini a segnalare ogni situazione che possa mettere in pericolo la colonia. «Aiutateci ad impedire che venga fatto del male ai gatti di cui ci prendiamo cura» scrivono rivolgendosi anche al Comune di Lecce affinché accolga la loro richiesta di installare delle telecamere di videosorveglianza.

I sistemi di sicurezza potrebbero essere utili a sorvegliare la zona e, in casi come questi, a dare un volto e un nome agli autori che rischiano di farla franca.



In questo articolo: