Dopo Master Chef nasce Master Prof e l’idea parte da Lecce

I ragazzi dell’istituto ‘Galilei – Costa’ di Lecce creano Master Prof: un sito che racconterà le storie di no ordinary teachers, insegnanti speciali.

Viene pensato e ideato dagli studenti della 3/A nelle aule dell’istituto “Galilei – Costa” di Lecce e diventa realtà il progetto ‘Master Prof’: un sito/servizio che farà conoscere la vita e l’operato di docenti che esulano dalla loro professione divenendo ‘professori eccezionali’. Amanti della scuola, degli alunni e delle storie che li circondano i ‘no ordinary teachers’ esistono a dispetto di chi abdica al ruolo del docente perché deluso da ciò che la scuola è oggi e, pensando che non ne valga più la pena, abbandona a se stessi i ragazzi sempre più privi di punti di riferimento.

La scuola è cambiata, alunni e docenti si misurano con questa nuova realtà e il risultato feconda idee originali come quella di creare un luogo virtuale dove incontrare e conoscere uomini e donne che credono ancora nella condivisione del sapere. Docenti che spendono la propria vita per una professione che sentono come missione educativa, non un dovere, ma un piacere condiviso con gli studenti che diventano appassionati fruitori. E così cambia anche il concetto di scuola e insegnamento: non più noiose nozioni da apprendere per superare un’interrogazione, un anno scolastico o un esame, ma un incontro tra personalità carismatiche che si offrono a chi nel mondo della cultura sta facendo i primi passi.

Di educatori curiosi, operosi e generosi del proprio sapere ce ne sono e la missione di Master Prof consiste nel cercarli e raccontare le loro storie, i loro metodi educativi, i risultati ottenuti. Una sorta di buone prassi della scuola condivise. Dopo la nomina a finalista del Global teacher Prize, una sorta di Premio Nobel per l’insegnamento del professor Daniele Manni di Lecce, l’istituto Galilei – Costa punta a ricercare ed evidenziare altri talenti dell’insegnamento, professori sui generis che al primo posto mettono l’amore per ciò che fanno e rendono originale la propria professione con metodi coinvolgenti e unici.
Non resta che aspettare di conoscere queste storie, di sicuro emergerà che la scuola è ancora contenitore fecondo non solo di ottime menti, ma anche di insegnanti che lasciano un segno indelebile nella memoria di alunni e genitori. Discenti che ricercano vite straordinarie o semplicemente uomini che si appassionano alla cultura e desiderano trasmetterla a modo proprio, coinvolgendo i ragazzi, appassionandoli a ciò che ascoltano e incuriosendoli verso il futuro, quel futuro di cui un giorno si devono appropriare da protagonisti.

Non ci sarà solo gioventù bruciata se ci saranno ancora maestri di vita oltre che di cultura come i professori straordinari di Master Prof, ma seguiranno ragazzi, gli uomini e le donne del futuro, che nella loro vita metteranno in atto gli insegnamenti dei no ordinary teachers incontrati nel proprio percorso scolastico. Qualcuno se seguirà forse le orme, altri ne faranno tesoro, altri ancora ne ignoreranno l’operato, di certo è che la scuola sconfina i limiti geografici dell’aula per essere innovativa e sperimentare nuovi modi di insegnamento.


In questo articolo: