E l’uranio dove sta? A Torre Veneri qualche profeta si é sbagliato

Niente uranio impoverito a Torre Veneri. Le indagini della Magistratura assicurano sull’integrità del sito. Ma allora perché tutto quell’allarme lanciato nei mesi scorsi?

Qualcosa non torna o qualcuno si sarà sbagliato. Come può Torre Veneri essere il posto più pulito del Salento? Non era contaminato dall’uranio, non era forse il ricettacolo della peggiore immondizia?

Se lo dice la Procura della Repubblica non abbiamo motivo di dubitare, certo abbiamo rischiato di perdere i sensi all’ascolto della notizia, qualcuno di noi ha avuto bisogno di un bicchiere d’acqua, ad altri è servita un’aspirina. C’è chi ha dovuto misurare due volte la pressione arteriosa. Come è possibile una cosa del genere?

Alcuni politici hanno lanciato l’allarme sulla base di sospetti fondati, di dati certi, per anni non hanno parlato d’altro. Persone serie pensavamo noi … a cui prestare attenzione. E invece? E invece no. Il Procuratore Motta, citando uno studio dell’Università, sentenzia che Torre Veneri è il luogo più pulito del Salento, dove non ci sono problemi di contaminazioni pericolose, dove non corrono rischi persone e animali.

E ora tutti quei comunicati stampa, quegli interventi, quelle tenebrose attese in vista di chiarimenti che avrebbero dovuto accertare la veridicità delle parole dette che fine faranno? Saranno cestinati nella cartella “abbiamo scherzato”, o altro?

Vorremmo capire insomma se è normale dover perdere il sonno a causa della preoccupazione di siti pericolosamente contaminati dall’uranio a pochi passi dalle nostre case al mare, dalle masserie da cui ci riforniamo di formaggi, e dallo specchio acqueo in cui andavamo a pescare in barca, oppure se l’irresponsabilità di qualche untore adesso dovrà pagare un prezzo di ragionevole risarcimento del danno procurato?

Una cosa l’abbiamo capita. E’ stata una brutta pagina, è stato un artificio che potevamo risparmiarci. Una maniera improvvida di fare politica.

E’ veramente ridicolo che chi perde tutte le partite 10 a 0 invochi qualche rigore inesistenti, tirando l’arbitro per la giacchetta. Forse per questi profeti mancati è arrivato il momento di stare in penitente silenzio per qualche tempo…