L’evoluzione dei giochi, da tradizionali a online

Gli esempi di questa rivoluzione dovuta alla tecnologia sarebbero davvero infiniti, legati alla vita di tutti i giorni e a storiche abitudini.

Dire che Internet ha cambiato il nostro modo di vivere sembra banale. Chiunque se ne rende conto e ha in mente modificazioni che sono avvenute per via della connessione al web e delle infinite possibilità che offre. Uno degli ambiti in cui la trasformazione è stata radicale è, ad esempio, il pagamento delle bollette oppure la gestione delle pratiche bancarie, ma anche il mondo del lavoro in generale ha modificato i suoi ritmi, come quello dell’intrattenimento.

Il settore dell’intrattenimento cambia volto

Gli esempi di questa rivoluzione dovuta alla tecnologia sarebbero davvero infiniti, legati alla vita di tutti i giorni e a storiche abitudini. Uno dei settori in cui queste trasformazioni sono state particolarmente significative è quello del gioco, attività primaria dei bambini, che li accompagna poi per tutta la loro vita, quindi anche da adulti. I giochi sono stati collegati ai computer sin dalle prime sperimentazioni, anche perché venivano utilizzati per testarli. Un primo esempio, risalente agli anni Quaranta, prevedeva la versione su computer del gioco matematico di Nim. Da allora, il concetto di gioco su computer si è evoluto molto rapidamente. Anche nel 1952 è stato sviluppato su video un secondo gioco, noto come Oxo. Quando poi si è cominciato a ragionare su Internet, le applicazioni che questa modalità avrebbe potuto generare nel mondo del gioco sono apparse immediatamente significative. Con il passare del tempo, l’idea di avere a disposizione giochi in ogni momento e di sperimentarli insieme ad amici che abitano lontanissimi si è fatta strada, fino ad essere oggi la normalità per i nativi digitali ma forse anche per molti dei loro genitori e dei loro nonni.

Il gioco mobile ha cambiato le regole

Grazie a questo cambiamento i giochi sono diventati più diffusi, più popolari, con consolle sempre più piccole e maneggevoli. Fino alla nuova rivoluzione degli smartphone, che hanno reso i giochi “mobili”, visto che si possono affrontare in qualunque contesto, dalla poltrona di casa fino alla sdraio dello stabilimento balneare affacciato sulla costa. In questo spazio insolito si può giocare con gli amici che stanno magari sui monti o che hanno appena finito di lavorare in un ufficio di una città. Negli anni Novanta, quando la telefonia mobile ha cominciato ad apparire come la nuova via per affrontare il mondo e le sue sfaccettature, anche i giochisi sono trasformati e la loro diffusione è decollata. È accaduto anzitutto con i giochi elettronici, poi con altri tipi di giochi, come quelli d’azzardo. Grazie alle promozioni per i casinò online, sempre più numerose e convenienti, si sono fatte strada nel cuore degli italiani anche esperienze come il poker on line o le slot machine virtuali. I casinò hanno cambiato le loro modalità fisiche e hanno sviluppato giochi d’azzardo online, in cui gli utenti possono provare la stessa sensazione di giocare in un casinò fisico, persino avendo un croupier dal vivo che li segue, dato che gli utenti sembrano essere più a loro agio nel vedere un gioco dal vivo con una persona reale dietro lo schermo per piazzare le loro scommesse.

Il ritorno alle origini

Il settore del gioco è cresciuto in questa direzione, ma non solo e sono stati riscoperti anche molti dei giochi tradizionali, rivisitati leggermente e messi on line, per dare occasioni di divertimento a gruppi di multipli giocatori o per la gioia dei singoli. Parliamo dei giochi da tavolo, che hanno trovato una nuova linfa grazie alla digitalizzazione online. Per fare alcuni esempi, gli amanti del Monopoli adesso possono divertirsi anche online, facendo acquisti su uno schermo e scegliendo i terreni che preferiscono, attraverso un gioco la cui popolarità risale a quasi cent’anni fa e che è diffuso in 111 paesi e tradotto in 44 lingue. Nella versione on line, peraltro, alcuni nomi sono stati modificati rispetto alla versione tradizionale, che era stata inventata per mostrare i rischi del monopolio, ed esistono anche livelli diversi di difficoltà, che consentono di apprezzare a pieno la sfida, senza sentirsi frustrati perché è troppo difficile. Una caratteristica che ritorna anche negli altri giochi tradizionali trasferiti in un ambiente on line, come ad esempio Risiko, gioco di intelligenza e strategia che andava molto di moda quarant’anni fa.

Un ventaglio articolato di scelte

L’elenco dei giochi da tavolo classici che hanno avuto nuova vita grazie a Internet comprende anche lo Scarabeo, ideale per gli amanti delle parole e della lingua, un po’ come il Word Search; il Sudoku, che è invece perfetto per chi si appassiona di matematica; il Domino, che piace a quanti amano la strategia, come del resto la Battaglia navale. Anche il Tris è stato riproposto nella versione on line. Tra gli intramontabili vanno considerati inoltre il gioco dell’Uno e il solitario, uno dei passatempi più comuni quando si sta in coda dal dottore e ci si trova in una sala d’aspetto di una stazione. Ovviamente non mancano giochi di carte tradizionali, quali il poker, ma anche altre discipline che ricordano il mondo del casinò. Ad esempio, la roulette e il backgammon, disponibili per tutte le età e le caratteristiche, cui vanno aggiunti la dama e gli scacchi, che si giocano contro un nemico virtuale davvero abile, che stimola e spinge continuamente a migliorarsi. Gli smartphone di ultima generazione, insomma, hanno modificato la nostra vita in modo radicale e ormai dettano legge anche nel nostro tempo libero. Come è apparso ovvio a tutti durante la pandemia, che ha avuto un impatto anche dopo la fine dell’emergenza. Trasformando il nostro modo di vivere e anche di divertirci.

 

 



In questo articolo: