Si apre a Gallipoli la sesta edizione di FIGiLo, il festival dell’informazione giornalista locale

L’evento, vedrà numerosi incontri formativi accreditati presso l’Ordine dei Giornalisti svolti da giornalisti, docenti universitari ed esperti della comunicazione.

Si apre oggi e terminerà sabato 29 gennaio, presso l’Hotel Bellavista Club di Gallipoli, la sesta edizione di “FIGiLo”, Festival dell’Informazione Giornalistica Locale su iniziativa del gruppo Caroli Hotels, di Piazzasalento, giornale diretto da Fernando D’Aprile (ideatore di FIGiLo) e con il patrocinio dell’Ordine dei Giornalisti della Puglia, della  Provincia di Lecce, dell’Associazione Nazionale Stampa Online (Anso).

In un settore editoriale in crisi, l’informazione locale apre nuovi possibili panorami, in cui intrecciare una professione sempre più complessa e articolata con i nuovi strumenti della comunicazione, come il citizen journalism e i social media. Mai come oggi c’è bisogno di giornalisti e giornalismo, interlocutori e intermediatori sempre più preparati e raffinati  in mezzo ad una rivoluzione che dura da una decina di anni ed ancora non si è assestata. Una rivoluzione che combatte e si adatta ogni giorno con la forza ridondante del web e dei social tra fake news, hate speeches, blog e viralità.

Di questo e altri temi, si occuperà Figilo sesta edizione, un momento di incontro, confronto e crescita dedicato ai giornalisti, agli operatori della comunicazione e agli studenti. Obiettivi da raggiungere attraverso tre giornate di incontri e dibattiti con direttori e giornalisti delle testate locali, docenti universitari, studiosi e responsabili della comunicazione istituzionale, per uno spaccato che renda la più nitida possibile una realtà veloce e invasiva che necessita di regole ma anche di una diversa e costante attenzione da parte degli operatori.

L’evento, trasmesso in diretta Facebook, vedrà numerosi incontri formativi accreditati presso l’Ordine dei Giornalisti che saranno tenuti da giornalisti, docenti universitari ed esperti della comunicazione.

Prenderanno parte all’iniziativa Piero Ricci, Presidente dell’Ordine Giornalisti di Puglia; Carlo Bartoli, Presidente Ordine Nazionale Giornalisti (in remoto); Elio Donno, Presidente del Consiglio Nazionale di disciplina dell’Ordine; dei giornalisti, tra gli altri, Michele Mezza, Anna Praderio (Mediaset, in remoto), Andrea Filippi (Direttore responsabile La Provincia Pavese), Roberto Napoletano (Direttore responsabile Quotidiano del Sud), Francesco Piccinini (Direttore editoriale Fanpage.it), Sabrina Giannini (Autrice Tv) e Guido D’Ubaldo (Presidente Ordine Giornalisti del Lazio, in remoto); del virologo Andrea Crisanti (in remoto); degli autori di Lercio.it e Bufale.net; dei docenti universitari Ruben Razzante, Stefano Cristante e Gigi Spedicato; Giovanni Caprara, Presidente UGIS Unione Giornalisti Italiani Scientifici; Marco Giovannelli, Presidente ANSO Associazione Nazionale Stampa Online (in remoto).

Il programma

Giovedì 27 gennaio: 9:15 – 9:30 – Presentazione con Fernando D’Aprile, Direttore Piazzasalento e ideatore di FIGiLo; Stefano Minerva, sindaco di Gallipoli e Presidente della Provincia di Lecce; Attilio Caroli Caputo, Direttore generale Caroli Hotels, 9:30 – 12:30, Dibattito:   “Il ruolo perduto del giornalismo di qualità e le sfide del futuro”; 15:00 – 18:00  – Tema: “Mercato, territorio, servizio: la mediamorfosi del giornalismo locale. Il caso americano.” Sulla base del libro di Jill Abramson “Mercanti di verità”, si analizzeranno le tendenze dei processi di convergenza nell’informazione locale; 18:00 – 20:00 – Forum: Locale e Iperlocale, l’informazione nell’era digitale si apre a nuovi spazi. Esperienze a confronto”

Venerdì 28 gennaio: 9:15 – 12:15  – Tema: “Accanimento mediatico nella descrizione del dolore: diritti e doveri nel descrivere un fatto di cronaca”; 14:00 – 16:00 Tema: “La pandemia come variante dell’informazione: ruoli e saperi nel gorgo dell’informazione scientifica”; 16:00 – 18:00 –Tema: “Comunicazione e informazione scientifica: la necessità di informazione corrette e certificate”; 18:00 – 20:00 – Tema: “Fake news e deontologia del giornalismo medico-scientifico”

Sabato 29 gennaio: 9:00 – 11:00  –  Tema: “Deontologia del giornalismo nel cinema e nei beni culturali. Informazione di qualità e ruolo dei colossi della Rete”; 11:00 – 13:00 Tema: “Bufale e dintorni, fake news e disinformazione.

A conclusione la fine dei lavori.



In questo articolo: