Fino all’ultimo battito, la fiction di Rai1 girata in Salento conquista il pubblico

Girata tra Lecce e Nardò, Lequile e Poggiardo, grande successo per la fiction che vede protagonisti Marco Bocci, Bianca Guaccero e Violante Placido.

Cosa è disposto a fare un padre per salvare la vita al proprio figlio? La domanda è anche il filo conduttore di “Fino all’ultimo battito“, la nuova fiction di Rai1 che ha conquistato il pubblico a casa come dimostra lo share della prima puntata che ha toccato picchi del 25%. Tutti incollati davanti alla tv per conoscere la storia del cardiochirurgo Diego Mancini, interpretato da Marco Bocci. Un medico competente, un Primario di Cardiochirurgia stimato, ma anche un uomo disposto a tutto pur di salvare la propria famiglia e il suo bambino di sette anni, Paolo, che ha bisogno di un trapianto di cuore. Nella corsa contro il tempo, si presenta una chance, un organo compatibile, ma la prima in lista per ricevere il cuore è Vanessa, una ragazza di quattordici anni.

Inizia con un dilemma tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, con una scelta dolorosa che il medico paga a caro prezzo con un ricatto della malavita, la storia del dottore impegnato in una lotta impari e disperata per recuperare la propria integrità, anche a rischio della vita, in un crescendo di tensione e colpi di scena. Giallo e drama che si snoderanno in 6 puntate, esclusa quella andata in onda giovedì.

La fiction, diretta dalla regista Cinzia TH Torrini, annovera nel cast anche Violante Placido, Bianca Guaccero che veste i panni di Rosa Patruno, la nuora del boss, Michele Venitucci, Francesco Foti, Francesca Valtorta, Gaja Masciale, Michele Spadavecchia, con Loretta Goggi nel ruolo di Margherita e con Fortunato Cerlino.

Dove è stata girata “Fino all’ultimo battito”?

Girata a Bari e provincia (Molfetta, Polignano, Monopoli, Acquaviva Delle Fonti, Conversano, Putignano, Bitonto, Minervino), e Lecce e provincia (Nardò, Lequile e Poggiardo) tra settembre 2020 e marzo 2021, è una coproduzione Rai Fiction ed Eliseo Multimedia prodotta da Luca Barbareschi ed è stata realizzata con il contributo di Apulia Film Fund di Apulia Film Commission e Regione Puglia (360mila euro) a valere su risorse del POR Puglia FESR-FSE 2014/2020.

Per la realizzazione della serie sono state impegnate oltre 38 unità lavorative pugliesi, tra cast artistico e troupe.



In questo articolo: