I Love Rosa, il corso di Lecce si illumina in favore della prevenzione al cancro

Partita dal capoluogo salentino ieri sera una campagna internazionale per la sensibilizzazione sulla ricerca del tumore al seno. La rassegna si chiuderà a Los Angeles.

E' partita ieri sera da Lecce “I Love Rosa”, una campagna internazionale, nata dal gemellaggio tra le aziende ospedaliere del Sant’Andrea di Roma e della City of Hope di Pasadena (Los Angeles), per la sensibilizzazione sulla ricerca del tumore al seno che attraverserà l’Italia e non solo, per non scordare mai che la “Prevenzione è parte della cura”. Per questo evento – nato da un'idea e fortemente voluto dal presidente dell'associazione IncontraDonna Adriana Bonifacino e da Laura Rossi – le strade delle maggiori città del Paese si sono illuminate di rose.

Ieri, poco dopo le 19, sul Corso Vittorio Emanuele e in via Libertini sono state accese 40 rose rosa in led ideate dall’architetto Luca Trazzi e montate dalla ditta De Cagna. All’accensione erano presenti il sindaco Paolo Perrone e l’assessore Luigi Coclite, oltre  alla presidente dell'associazione IncontraDonna Adriana Bonifacino. Madrina d’eccezione l’imprenditrice pugliese Debora Giannone, che in prima persona ha vissuto la battaglia contro il tumore al seno e ne è uscita vincitrice.

Dal Sud al Nord del Paese I Love Rosa attraverserà l’Italia: Lecce, Verona, Roma, Torino, Firenze e Milano. L’obiettivo è quello di abbattere la barriera della disinformazione con un semplice gesto: la cultura della prevenzione. E quale miglior simbolo di una rosa, da sempre sinonimo di dono d’amore, grazia, ammirazione e bellezza. Ecco perché sulle principali vie illuminate dalle pink lights sarà presente materiale informativo sulla prevenzione e sarà possibile prenotare una visita di controllo presso gli ospedali della città che ospita il progetto. Una maratona in rosa di sensibilizzazione impossibile da ignorare, un info-point a cielo aperto per tutte le ragazze e donne che si troveranno lungo le vie illuminate con il naso all’insù.

In concomitanza all’evento di accensione sono partite una campagna-selfie internazionale a sostegno della prevenzione del tumore al seno e un concorso fotografico-video dedicato a tutte le donne eroine di questa società, con l’intenzione di mostrare le varie sfaccettature del loro quotidiano.



In questo articolo: