“Cultura ed educazione per combattere l’omotransbifobia”, incontro a Melendugno con Vladimir Luxuria

Presentato questa mattina, a Palazzo Adorno, l’evento che si tiene a Melendugno in occasione della Giornata Internazionale contro l’Omotransbifobia. Stasera, alle ore 19.30 in Piazza Pertini, la comunità ascolterà la testimonianza di Vladimir Luxuria.

Quella di oggi è una data storica dal valore importante. Il 17 maggio 1990, infatti, l‘OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) cancellò l’omosessualità dalla lista delle malattie mentali. Ecco perché proprio oggi, nel territorio salentino, sono tante le iniziative volte a celebrare la Giornata Internazionale contro l’Omotransbifobia.

“Omotransfobia la conoscenza porta via”

In particolare, a Melendugno, a portare la sua testimonianza – durante un incontro aperto a tutta la comunità – sarà Vladmir Luxuria. L’evento, organizzato dall’Assessorato alla Cultura e Pari Opportunità del Comune di Melendugno insieme ad Agedo Lecce e “Re.A.Dy”, si terrà questa sera alle ore 19.30 in Piazza S. Pertini. “Omotransbifobia la conoscenza porta via“, questo il titolo dell’iniziativa, durante la quale Vladimir Luxuria risponderà alle domande di Alina Spirito, giornalista e direttore di Leccenews24.it.

Cultura ed educazione per combattere l’omofobia

La presentazione della manifestazione è avvenuta questa mattina, a Palazzo Adorno, attraverso una conferenza stampa. Qui, Vladmir Luxuria ha sottolineato l’importanza della campagne di sensibilizzazione e della cultura, ma anche di una legge che possa contrastare il fenomeno dell’omofobia. “Sebbene – ha riferito ai microfoni di Leccenews24.it – io sia più per l’aspetto educativo rispetto a quello punitivo. L’omofobia va combattuta con l’educazione al rispetto reciproco”.


In questo articolo: