‘Intramontabile Elisabetta’: Antonio Caprarica presenterà il suo libro a Squinzano

Sabato 23 aprile (ore 19.30 – ingresso gratuito) le sale di Palazzo De Castro in Piazza Plebiscito a Squinzano ospiteranno la presentazione di ‘Intramontabile Elisabetta’, scritto da Antonio Caprarica.

Il giornalista e scrittore salentino Antonio Caprarica, per anni corrispondente Rai da Londra, dialogherà con Paola Moscardino – che collabora con la trasmissione L'Aria che tira di La7 – Sabato prossimo, 23 Aprile. L'occasione è la presentazione della sua opera intitolata “Intramontabile Elisabetta” nelle sale di Palazzo De Castro in Piazza Plebiscito a Squinzano (ore 19.30 – ingresso gratuito). Nel libro, il più informato esperto dei Windsor svela amori, intrighi e segreti della sovrana impassibile. La presentazione, organizzata da Ribalta in collaborazione con il Comune di Squinzano, Club per l’Unesco di Francavilla Fontana e Libreria Idrusa, è un’anteprima della rassegna Città della Musica che si terrà nel centro storico di Squinzano dal 23 al 25 giugno e che ospiterà, tra gli altri, Enrico Rava Quartet con il pianista Enrico Intra, il direttore d’orchestra Beppe Vessicchio. Sino al 15 maggio sono aperte le iscrizioni per partecipare al Premio Nicola Arigliano e a Salento Cantaestate, festival della canzone inedita ed edita.

Per i detrattori è "Elisabetta la Lunga", la sovrana senza qualità particolari, dotata della sola virtù della longevità. Per la grande maggioranza degli inglesi, e anche per qualche convinto repubblicano, è l'amato e indiscusso simbolo della nazione e della grandezza del Paese. Per i media è un'icona mondiale. Chi è dunque, e chi è stata, nei novant'anni della sua vita, Elizabeth Alexandra Mary Windsor? Per rispondere a questa curiosità Antonio Caprarica, che ha avuto più occasioni d'incontrarla, ne ha esplorato la storia a partire dalla nascita nella casa londinese di Bruton Street, il 21 aprile 1926, e dall'infanzia trascorsa a Buckingham Palace insieme ai nonni, dai quali ha ereditato la parsimonia fino alla tirchieria e il maniacale rispetto della forma e dei ranghi che ancora oggi le vengono rimproverati.

Ha seguito Elisabetta nei viaggi giovanili con Filippo e nelle stanze dove, ad appena ventisei anni, ha imparato l'arte di regnare. L'ha osservata nelle occasioni ufficiali e nelle crisi famigliari ricostruite attraverso le indiscrezioni di corte. L'ha raccontata, in un ritratto minuzioso e gustosissimo – completato da un inserto fotografico –, nella solenne cerimonia dell'incoronazione, nella quotidianità delle residenze reali e nelle scorribande in compagnia di cani e cavalli, gli unici esseri ai quali riserva, dicono i maligni, qualche manifestazione d'affetto.

Una biografia che ripercorre le cadute e i trionfi di oltre sessant'anni di regno, indaga sulla magia che circonda la monarchia britannica e narra, al tempo stesso, una stupenda favola d'altri tempi.



In questo articolo: