Al via i lavori di demolizione del vecchio Istituto Nautico di Gallipoli, ne verrà costruito uno più moderno

Il nuovo Nautico sarà dotato di 15 aule, 10 laboratori, palestra, biblioteca, planetario, zona amministrativa, auditorium, servizi e campo di pallavolo esterno

È una giornata emozionante, che vede concretizzarsi un progetto storico, con il quale scriviamo la storia della nostra comunità, con 13.5 milioni di euro di fondi Inail e 2.2 milioni di investimento provinciale. Finalmente dopo tanti anni in cui il finanziamento c’era, ma rischiava di andare perduto, diamo concretezza alle azioni della politica e dell’Amministrazione provinciale. Oggi la consegna dei lavori e la settimana prossima comincerà la demolizione del vecchio Istituto Nautico di Gallipoli, che sarà solo un abbattimento fisico, perché qui riprenderà vita il progetto di un plesso scolastico che sarà innovativo e all’avanguardia, probabilmente il Nautico più bello d’Italia”, con queste parole di grande soddisfazione il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva ha sottolineato oggi l’atteso momento della consegna dei lavori alla ditta vincitrice dell’appalto, per la demolizione del vecchio Istituto tecnico Nautico di Gallipoli. L’edificio, vetusto e in disuso, verrà abbattuto per fare spazio al cantiere per una moderna ricostruzione del nuovo plesso scolastico.

Presenti alla “consegna” anche il dirigente del Servizio Edilizia, Programmazione rete scolastica e Patrimonio Dario Corsini, il responsabile unico del procedimento Sergio Colitta, il direttore dei lavori Giuseppe De Venuto, la dirigente scolastica Paola Apollonio, con la presidente e la vice presidente del Consiglio d’Istituto Katia Giannone e Emilia Solida e lo staff della scuola, la titolare della ditta appaltatrice Sdi srl Maria Grazia Magnante.

L’intervento rientra nella linea di finanziamento denominata “scuole innovative”, che intende favorire la costruzione  di scuole “innovative” dal punto di vista architettonico, impiantistico, tecnologico, dell’efficienza energetica e della sicurezza strutturale e antisismica, caratterizzate dalla presenza di nuovi ambienti di apprendimento e dall’apertura al territorio.

Secondo quanto stabilito dal decreto MIUR 7 agosto 2015, gli oneri relativi alla progettazione del nuovo edificio scolastico sono a carico della Provincia (900mila euro), così come quelli inerenti la demolizione del fabbricato esistente e la bonifica dell’area, che ammonta a 1 milione e 300mila euro circa, coperti dalla Provincia con fondi propri.

Il nuovo Nautico sarà dotato di 15 aule (375 alunni), 10 laboratori, palestra, biblioteca, planetario, zona amministrativa, auditorium, servizi, campo di pallavolo esterno, su una superficie del lotto di mq. 4204, di cui mq. 1914 coperti.

L’iter di finanziamento, avviato dall’amministrazione di Antonio Gabellone,  ha comportato una procedura lunga e difficile, per la quale è stato decisivo l’apporto del Servizio Edilizia scolastica dell’Ente e degli Uffici provinciali, che per far sì che la complessità del percorso non facesse perdere l’investimento