Le fatine di Make-A-Wish realizzano un sogno. Doriana, 18 anni, principessa per una notte

Per chi è colpito da una patologia grave, affrontare la vita può essere molto difficile, spesso si perde la spensieratezza e la voglia di vivere. Make-A-Wish si impegna, con passione e professionalità, a realizzare i desideri di tanti giovanissimi, per ridare loro la speranza.

Un colpo di bacchetta magica e il sogno di Doriana si è avverato. Dietro quest’incanto, che per una notte ha stregato Doriana e tutti i suoi amici, la bellezza di un’associazione che ama la vita: Make-A-Wish Italia.

Make-A-Wish è un’organizzazione non profit, riconosciuta giuridicamente dallo Stato italiano, che realizza i desideri di bambini e ragazzi, tra i 3 e i 17 anni, affetti da gravi patologie.

Doriana, 18 anni, è di Fasano ed è una ragazzina che ha dovuto affrontare già le prove più impegnative della vita. Ma Doriana è anche forte e positiva e ha accanto, oltre ad una famiglia che la ama immensamente, un angelo custode che è un punto di riferimento fondamentale per lei, Pamela, la sua educatrice.

Il traguardo dei 18 anni, si sa, è significativo per tutti i ragazzi e segna il momento di passaggio nel mondo degli adulti. Ecco che, come in un rito di iniziazione, spesso i giovanissimi, guardano alla festa per il loro diciottesimo, come all’evento più importante della loro vita.

Lo è stato ancor più per la dolcissima Dodi, che nei tanti mesi di sofferenza, immaginava la sua festa come una bellissima serata da trascorrere con tutti i suoi amici, nella location che aveva visto sposi i suoi genitori.  Ed è per realizzare questo suo grande desiderio che è apparsa Make-A-Wish. Una serata magica, organizzata dalle fatine della Onlus, al Resort di Sierra Silvana, nella Selva di Fasano, all’insegna di tante sorprese.

La prima, che ha tolto letteralmente il fiato a Doriana e ai tantissimi fans presenti in sala, il video messaggio di una emozionatissima Alessandra Amoroso, beniamina di Dodi, che le ha rinnovato gli auguri per questo meraviglioso compleanno anche in diretta telefonica, dimostrando, semmai ce ne fosse ancora bisogno, una carica umana straordinaria che caratterizza la cantante salentina.

La giornata dedicati ai festeggiamenti era iniziata presto per Doriana. Trucco e parrucco, in questi casi sono step obbligatori. Il volto illuminato dalle mani sapienti della make-up artist Rosa De Matteo e la bella l’acconciatura realizzata da Donatella Lo Prete, hairstylist del salone Divina di Fasano hanno fatto sentire Dodi una star.

Poi un susseguirsi di impegni fino a quando, nella sala addobbata per la festa in tema ‘Farfalle’ e gremita da un centinaio di parenti e amici, è arrivata Doriana, splendida nel vestito dei suoi sogni, abilmente realizzato dalla bravissima Daniela Mavilia dell’omonimo atelier di Uggiano La Chiesa. Uno stupendo vestito bluette, il colore preferito di Doriana, sapientemente ricamato di perline e cristalli.

Introdotta dal Dj che ha animato la serata, la seconda sorpresa  è stata la violinista Antonella Rossani che con il suo violino luminoso, ha regalato un momento di commozione intensa. Doriana, con gli occhi lucidi, ha invitato a ballare il suo papà, affetto da una grave disabilità dovuta ad un’ischemia che lo ha colpito,giovanissimo.

La terza sorpresa è stata uno spettacolo di pattinatori dell’Associazione Sportiva Skating di Fasano che insieme alla pattinatrice Alessia Mangiarano, Campionessa Europea e vice Campionessa Mondiale, hanno danzato sulle arie più famose. Emozionante l'esecuzione di Alessia Mangiarano  di Let it go, tratto da Frozen, una fiaba amata da Doriana, che ha anche cantato il pezzo nella versione italiana, con le parole che conosceva a memoria. Edopo si è ballato a lungo, fino al momento del taglio della torta.

Una torta bellissima, con delle farfalle speciali create dai due fratelli di Doriana che nella realizzazione sono stati aiutati dallo chef pasticciere Mimmo Santoro.  

Prima di salutare tutti, un altro momento emozionante ha visto Doriana lanciare 18 palloncini bianchi luminosi nel cielo stellato, per stringere in un abbraccio ideale Giovanna, la sua amica del cuore che aveva condiviso con lei il percorso di cure e con la quale progettava di festeggiare questo compleanno speciale, ma che purtroppo è volata via prematuramente.

Una bella storia quella che vi abbiamo voluto raccontare. Una storia che ha visto un sogno realizzarsi ma che ha soprattutto arricchito chiunque abbia avuto la fortuna di collaborare a quest’evento. Tante le donne protagoniste di questo piccolo miracolo, da Elvia Venosa, direttore artistico per il Gran Ballo Viennese delle Debuttanti di Roma, alle fantastiche fatine Giulia, Marcella, Paola e Gabriella di Make-A-Wish.

Make-A-Wish® Italia Onlus, nata nel 2004 a Genova è stata fondata da Fabio e SuneFrontani, in ricordo della loro Carlotta, scomparsa quando aveva solo dieci anni, a causa di una grave malattia. Per coronare un suo desiderio, Fabio e Sune, affiancati da un piccolo gruppo di amici volontari, hanno deciso di impegnarsi per realizzare il desiderio del cuore di alcuni bambini gravemente ammalati, in cura presso l’Ospedale Gaslini di Genova. Dal primo desiderio esaudito, è stata fatta tanta strada e oggi Make-A-Wish® Italia riceve segnalazioni dai principali Ospedali Pediatrici di tutta Italia e può contare sull’aiuto di oltre 280 volontari, coordinati dalla sede di Genova e dall’ufficio di Milano.

Leccenews24 ha incontrato Gabriella, volontaria Make-A-Wish, che insieme a Giulia, Paola, Marcella e all’educatrice Pamela, sono state in prima linea per regalare questa notte da favola alla bella Doriana.

Gabriella, qual è, dunque, la mission di Make-A-Wish?
La missione della nostra associazione è proprio quella di cercare di dare nei momenti difficili, una forza, una speranza, una gioia e un sorriso a questi ragazzi speciali, costretti ad affrontare terapie, spesso lunghe e faticose, sperando di dar loro coraggio. Del resto, è stato dimostrato scientificamente, che allegria e buonumore sono fondamentali per avere risposte positive dal trattamento terapico della patologia.Un potente pensiero positivo dà al bambino la forza di lottare, affrontando al meglio le terapie, e aiuta sia lui che la sua famiglia a ritrovare la speranza, e spesso, anche ad ottenere la guarigione dalla malattia. Tanti bambini nel mondo hanno ritrovato forze dimenticate e sono guariti; e molti di loro sono diventati volontari Make-A-Wish. 

Una testimonianza che arricchisce tutti. Sicuramente il valore di un desiderio è enorme ma un sogno esaudito fa capire, a chi lo esprime e a chi lo realizza, che nulla è impossibile.

di Tiziana Protopapa



In questo articolo: