Tutto pronto per “Cortili aperti”, nuovi angoli da scoprire per l’edizione numero 25

L’appuntamento per il grande ritorno dell’iniziativa alla scoperta di Lecce è fissato per il 19 maggio. Negli itinerari anche due nuove entrate.

Lecce apre i cortili ancora una volta. È la 25esima edizione della celebre iniziativa “Cortili Aperti” a fare il suo ritorno nel capoluogo salentino, ricco d’arte e di bellezze da mostrare. L’evento dell’Associazione Dimore Storiche Italiane si è guadagnato nel corso del tempo un pubblico sempre più grande e sempre più interessato.

Si è da poco conclusa la conferenza stampa presso la sala Giunta di Palazzo Carafa che ha annunciato il ritorno molto apprezzato. Presenti il Commissario Prefettizio Mario Sodano e i Vicepresidenti dell’Asdi Rossella Arditi e Carlo Fumarola, a cui si aggiunge l’ex Vicepresidente Giuseppe Seracca.

L’appuntamento è fissato per il 19 maggio, di domenica, dalle 10:00 alle 13:00, e nel pomeriggio dalle 16:30 alle 21:00. Sarà l’occasione per visitare i cortili di palazzi storici che i proprietari aprono al pubblico grazie all’impegno costante della Sezione Puglia dell’Adsi.

Sotto la regia di Alessandra Carucci e Pola Valentina, le dimore del centro storico di Lecce si sveleranno agli occhi dei visitatori. Un’idea, questa, che nasce con l’obiettivo di creare un legame che unisca i proprietari e i gli estimatori del bello, o anche i curiosi di passaggio, per proteggere le espressioni della nostra cultura. Una cultura locale e nazionale, patrimonio di tutti.

I palazzi di quest’anno sono 27 tra cui alcune novità. Per la prima volta apriranno le porte Palazzo Spada oltre alla Chiesa di Santa Maria della Nova.

Riconfermato, invece, il sodalizio con le scuole: da una parte gli studenti dell’Istituto Marcelline di Lecce proporranno delle visite guidate per la città in varie lingue; dall’altra, i bambini della Scuola bilingue di Oxford di Lecce faranno accoglienza all’interno dei cortili. Molti gli eventi in cantiere per domenica 19 maggio, lungo il viaggio alla scoperta delle bellezze leccesi.

Gli itinerari

  1. Palazzo Personé; Palazzo Adorno; Palazzo Maremonte; Case a Corte; Case a Corte Protonobilissimo; Palazzo Chillino.
  2. Dimora Muratore; Palazzo Tinelli; Chiesa di San Leucio; Palazzo Gorgoni; Palazzo Guido; Chiesa di Santa Maria della Nova; Palazzo Palmieri;
  3. Palazzo Ferrante Gravili; Palazzo del Seminario; Palazzo Spada; Palazzo Palombi; Palazzo Andretta; Palazzo Brunetti; Palazzo Bernardini;
  4. Convitto Palmieri; Palazzo Tamborino; Palazzo Morisco d’Arpe; Palazzo Lecciso; Palazzo Carrozzini; Palazzo Grassi; Istituto di Cultura e Lingue Marcelline.


In questo articolo: