L’Associazione “Anna e Valter” ricorda Mons. Giovanni Sammarco con una messa

Sono trascorso otto anni dalla sua morte e nessuno ha dimenticato il suo sacerdozio, incentrato sulla volontà di dare sempre conforto ai bisognosi, agli indigenti.

La sua missione di sacerdote è stata improntata sempre a un’opera di carità al servizio dei poveri, come loro ha vissuto in condizioni di indigenza e a lui si deve il restauro della Chiesa di San Francesco da Paola, dove, fino al 2008 ne è stato il Parroco.

Sono trascorsi otto anni dalla morte di Mons. Giovanni Sammarco e nessuno ha dimenticato il suo sacerdozio, incentrato sulla volontà di dare sempre conforto ai bisognosi, agli indigenti.

Per celebrare la sua figura, l’Associazione “Anna e Valter”, ha organizzato, nella serata di ieri, con inizio alle ore 19.00, una messa in sua memoria presso la chiesa di San Francesco da Paola nel centro storico di Lecce.

La funzione religiosa per ricordare il parroco con più di 40 anni di sacerdozio, è stata celebrata dall’Arcivescovo di Lecce Mons. Michele Seccia e Don Emanuele Tramacere.

Giovanni Sammarco era un sacerdote buono che dormiva nella sacrestia per rappresentare al meglio la povertà, centinaia di generazioni ricordano ancora quest’uomo come un simbolo di rinascita e di cambiamento.

Anche in quest’anno alla fine della messa tutti i bambini hanno ricevuto un giocattolo per ricordare la bontà di un parroco eccezionale.