La pesca sostenibile nelle aree marine protette, due giorni di dibattito a Porto Cesareo

Due le giornate di lavoro presso l’Hotel Riva del Sole a Porto Cesareo in via Cilea. Tra i portagonisti Federparchi e Gal Terra D’Arneo.

Una due giorni per parlare e discutere sulle opportunità di sviluppo nel settore pesca, uno dei settori che nel nostro territorio ha dato tanto, ma tanto ancora ha da dare.

Il seminario dal titolo “La pesca sostenibile nelle aree marine protette”, realizzato da Federparchi e Coordinamento pesca dell’Alleanza delle Cooperative Italiane, in collaborazione col GAL Terra d’Arneo, nell’ambito del progetto FishMPABlue2.

L’evento ospitato dall’Hotel Riva del Sole a Porto Cesareo vuole analizzare tutte le opportunità della filiera e le necessità di tutela della pesca sostenibile.

Protagonisti del dibattito gli operatori del settore e i responsabili delle Aree Marine Protette.

La pesca professionale come opportunità di sviluppo e valorizzazione del territorio per dare attuazione alle buone pratiche promosse dalle AMP.

Al tavolo dei relatori il presidente di Alleanza Cooperative italiane – settore pesca, Giampaolo Buonfiglio, il presidente Agci – Agrital, Legacoop agroalimentare dipartimento Pesca, Angelo Petruzzella, il presidente e il vicepresidente di Federparchi Giampiero Sammuri e Salvatore Sanna e il presidente del Gal Terra D’Arneo Cosimo Durante.

Dopo i saluti del sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano, si è aperto il dibattito volto a rilanciare la pesca professionale e i processi di sviluppo integrato dei territori costieri.

Tra gli obiettivi la salvaguardia delle risorse marine, l’individuazione delle azioni e delle attività utili alla valorizzazione del pescato, anche attraverso l’analisi delle criticità del settore.

Occorre porre le basi per nuove progettualità che coinvolgano tutti: i pescatori, i rappresentanti delle AMP, istituzioni.

“Essenziale è il ruolo dei GAL– ha affermato il Presidente del GAL Terra d’Arneo Cosimo Durante – che gestiscono le politiche di sviluppo nelle zone di pesca. Diventa importante il connubio tra tutela delle risorse e supporto all’economia locale in un dialogo continuo con istituzioni e cooperative della pesca . È nostro compito farci garanti della costruzione di un progetto comune che tenga assieme tutte le parti interessate nell’attuazione di politiche di sviluppo di tipo partecipativo e nell’avvio di modelli di co-gestione locale così come ribadito all’interno del nostro Piano di Azione Locale 2014/2020 ”.

Ad essere fondamentale anche la collaborazione delle scuole che, attraverso una rete che coinvolge numerosi istituti del territorio tra cui il Don Tonino Bello di Tricase, possono fare la loro parte nello sviluppo di nuove coscienze, di nuove opportunità per i giovani, nella valorizzazione delle risorse.

Il convegno proseguirà nella giornata di domani come da programma:

Venerdì 5 ottobre
9.30 – 13.30 – Sessione mattutina
Saluto del Sindaco di Porto Cesareo, Salvatore Albano
Saluto del contrammiraglio, Aurelio Caligiore
Interventi:
Angelo Petruzzella, Co-presidente nazionale dell’Alleanza delle Cooperative Italiane settore pesca
Salvatore Sanna, Vicepresidente nazionale Federparchi
Cosimo Durante, Presidente GAL “Terra D’Arneo”
Relazione tecnica introduttiva:
Prof. Paolo Guidetti, Università di Nizza- Sophia Antipolis
Interventi:
On. Enzo Lavarra, Board di Europarc Federation
Paolo D’Ambrosio, Direttore dell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo
Dott.ssa Giulia Prato, Responsabile Programma Mare WWF Italia
Antonino Miccio, Direttore dell’AMP Punta Campanella
Giuseppe Fanizza, Presidente Cooperativa pescatori dello Jonio
Dott. Sebastiano Venneri, Responsabile Mare Legambiente
Dott. Riccardo Rigillo, Direttore generale della Pesca Marittima e dell’Acquacultura del MIPAAF
Dott.ssa Maria Carmela Giarratano, Direttore della Direzione Generale
per la Protezione della Natura e del Mare del MATTM
On. Maria Chiara Gadda, Capogruppo PD – Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati
Gilberto Ferrari, Direttore Federcoopesca

Light lunch

14.30 – 17.30 – Sessione pomeridiana
Luca Santarossa, Responsabile progetto Fish MPA Blu 2
Nino Accetta, Vicepresidente Federcoopesca
Giovanni Usai, Delegato della Cooperativa Su Pallosu operante nell’AMP Penisola del Sinis – Isola di Mal di Ventre
Gaetano Urzì, Presidente cooperativa del Golfo di Catania e responsabile Presidio Slow Food “Masculina da Magghia”
On. Rosa D’Amato, Commissione pesca Parlamento europeo
Massimo Bernacchini e Marco D’Adamo, rispettivamente Comitato Esecutivo Slow Food Italia e Slow Food Puglia
Stefano Pisani, Sindaco di Pollica e Presidente di Città Slow International
Patrizio Scarpellini, Direttore Parco Nazionale Cinque Terre
Stefano Donati, Esperto pesca già Direttore AMP Egadi
Giuseppe Gullo, Dipartimento Pesca di Legacoop Sicilia
Massimo Zuccaro, IAMB
Paolo Pelusi, Direttore Consorzio Mediterraneo
Prof. Ferdinando Boero, Docente del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche ed Ambientali all’Università del Salento

A seguire, presentazione del sistema di Videosorveglianza intelligente realizzato con il PON Sicurezza 2007-2013, che consente il controllo della pesca illegale all’interno dell’AMP

Sabato 6 ottobre
9.30 – 11.30 – Sessione mattutina
Elena Gaudio, in rappresentanza del Direttore generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di istruzione, Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione MIUR
Maria Rita Merigliano, Presidente Cooperativa Hera Iacinia
Benedetto Sechi, Presidente GAC Nord Sardegna
Alessandro Ciccolella, Direttore riserva naturale dello Stato e AMP diTorre Guaceto
Ilaria Rinaudo, AMP Isole Egadi Sicilia
Vittorio Gazale, Responsabile AMP Asinara
Antonio Terlizzi, FIPSAS

11.30 Presentazione Report Finali
12.30 – Giampiero Sammuri, Presidente Federparchi
12.45 – Giampaolo Buonfiglio, Presidente ACI Pesca
13.00 – Chiusura lavori

Coordinamento lavori: Annamaria Minunno; giornalista



In questo articolo: