Piccole aziende salentine in difficoltà: Comitas Lecce lancia l’azione per salvarle

Comitas Lecce (associazione delle microimprese) lancia un’azione in favore delle piccole aziende del territorio in difficoltà: se indebitate e a rischio chiusura, possono ricorrere alla ‘legge sul sovraindebitamento’. Assistenza legale ai piccoli imprenditori leccesi.

Forse non tutti sanno che dal 2013 è in vigore la legge sul “sovra indebitamento”, conosciuta anche col termine “salva suicidi”. Si tratta di un provvedimento che prevede – per famiglie e imprenditori – la possibilità di risolvere le situazioni debitorie accumulate nei confronti di società finanziarie. Del resto, la crisi economica continua a far sentire i suoi effetti anche a Lecce e provincia, dove numerose piccole attività risultano ad oggi indebitate e rischiano di chiudere nel breve termine. In loro favore il Comitas di Lecce, l’associazione delle piccole e microimprese, lancia oggi una azione finalizzata a salvare il futuro di migliaia di piccole attività presenti sul territorio. “La procedura prevista dalla legge – spiega l’Avv. Stefania Isola, Referente per Comitas Lecce – consente a consumatori e piccoli imprenditori di ottenere una riduzione dei debiti, in base alle rispettive capacità economiche, attraverso la proposizione della ristrutturazione
Imprenditori”.
 
Il taglio del sovra indebitamento – cioè la definitiva incapacità del debitore di adempiere regolarmente le proprie obbligazioni – è possibile anche per debiti contratti verso il fisco (Equitalia), sospendendo le procedure esecutive azionate dai creditori. L'obiettivo finale è la cosiddetta “esdebitazione” che si può attuare in tre forme:

  • Accordo con i creditori (i quali sottoscrivono un proposta presentata dal consumatore che rappresenti almeno il 60% dei crediti);
  • Piano del consumatore (è la procedura solitamente più frequente, in particolare per i consumatori che siano persone fisiche e non imprese, con debiti estranei all’attività professionale o imprenditoriale);
  • Liquidazione del patrimonio (liquidare tutti i propri beni eccetto quelli impignorabili. Questa via è praticabile anche in caso sussistano altre procedure concorsuali in essere o se si sia già ricorsi a accordi con i creditori o a piani del consumatore nei precedenti cinque anni).

 Se inizialmente l'attuazione ha stentato a prendere piede, oggi sempre più Tribunali (Monza, Como, Napoli e Busto Arsizio) stanno riconoscendo il taglio, tutt'altro che irrilevante, dei debiti ai beneficiari di queste possibilità.
 
Per tale motivo il Comitas di Lecce ha deciso oggi di lanciare una azione per fornire assistenza ai piccoli imprenditori in difficoltà, i quali potranno avvalersi delle agevolazioni previste dalla legge e alleggerire i propri debiti, contattando l’associazione al seguente indirizzo: comitas.lecce@gmail.com.



In questo articolo: