Ferrovie Sud Est presenta l’ATR220, il treno per i pendolari del Salento si fa bello

Sarà solo il primo treno di una ‘flotta’ con Ferrovia Sud Est vuole rinnovare i trasporti nel Salento. Entrerà in circolazione a metà giugno con il nuovo orario.

Lungo 55 metri, largo quasi 3, in grado di viaggiare ad una velocità massima di 120 km/h. Sono le caratteristiche del nuovo treno che FSE ha consegnato, questa mattina, ai pendolari salentini. 151 posti a sedere, comprese due postazioni per viaggiatori a ridotta mobilità, sei spazi porta-bici, due toilette (di cui una dedicata alle persone disabili) e cappelliere. Insomma, un treno progettato secondo tutti gli standard di confort, sicurezza e accessibilità.

Presenti al taglio del nastro, alla stazione di Lecce, l’assessore regionale ai trasporti Giovanni Giannini; l’amministratore delegato di Ferrovie Sud Est, Luigi Lenci e il direttore generale di FSE Giorgio Botti.

Parte da qui, il rinnovo della flotta dei treni nel Salento, per decenni uno dei punti deboli della mobilità sul territorio. L’investimento complessivo promesso vanta cifre importanti: 40 milioni di euro.

L’ATR220 sostituirà pian piano le vecchie littorine in circolazione nel Tacco d’Italia, portando vantaggi a chi è costretto a viaggiare con frequenza. Tra i servizi a bordo: l’impianto di videosorveglianza, display luminori interni per le informazioni, impianto di climatizzazione e di sonorizzazione.

All’interno non ci sono più gli ormai passati rivestimenti in tessuto, ma quelli in ecopelle per facilitare la pulizia delle sedute. Adesso, la speranza di tutti è che questi convogli non vengano rovinati dall’incività e dai gesti vandalici.



In questo articolo: