Disoccupazione agricola 2024, c’è tempo fino al 31 marzo per presentare la domanda

Per maggiori informazioni e per presentare la domanda di disoccupazione, rivolgetevi alla sede Fai Cisl di Lecce

ulivi salentini xylella

C’è tempo fino al 31 marzo 2024, per fare domanda e richiedere la disoccupazione agricola.

Se sei un lavoratore del settore agricolo, se sei stato licenziato oppure il contratto di lavoro è scaduto, potresti avere diritto a chiedere il sussidio di disoccupazione all’Inps.

L’indennità di disoccupazione, che si riferisce alle giornate lavorative dell’anno precedente, spetta a tutti i lavoratori iscritti negli elenchi dei lavoratori agricoli che abbiano maturato almeno 102 contributi giornalieri nel biennio 2022-2023; tale requisito può essere perfezionato anche mediante il cumulo con la contribuzione relativa ad attività dipendente non agricola, purché l’attività agricola sia prevalente nell’anno o nel biennio di riferimento.

L’indennità, inoltre, spetta per un numero di giornate pari a quelle lavorate nel 2023, entro il limite massimo di 365 giorni e va presentata telematicamente entro il termine del 31 marzo 2024.

Per poter presentare la domanda di disoccupazione bisognerà essere in possesso del Codice fiscale, un documento di identità in corso di validità; tutte le buste paga dell’anno a cui si riferisce la domanda e Iban del conto corrente bancario/conto postale del beneficiario.

Se non si è cittadino italiano o della Comunità Europea bisognerà presentare anche permesso di soggiorno in corso di validità e passaporto in corso di validità.

Per avere maggiori informazioni o presentare la domanda, rivolgetevi alla sede Fai Cisl più vicina, dove potrete avere anche informazioni gratuite sul vostro estratto contributivo, e sulla possibilità di poter usufruire dei contributi ed integrazioni economiche fornite da enti bilaterali e sanitari.

Anche quest’anno si suggerisce ai richiedenti l’invio non a ridosso della scadenza.