“Che tempo strano”. Sole e caldo resisteranno al Sud. Il maltempo rovinerà il fine settimana

La terza settimana di Giugno si preannuncia “movimentata” dal punto di vista meteorologico: il Centro-Nord dovrà ancora fare i conti con piogge e temporali che marceranno verso Sud. Qui il maltempo è atteso per mercoledì.

castro-mare

«Che tempo strano è questo. Instabile come gli umori del cielo. Incerto come i pensieri del mondo. Occhi e cuore si bagnano e si seccano. A tratti. Ma non si può stare sempre al riparo. Mi sa che esco e non porto neanche l’ombrello». La frase di Claudio Baglioni, condivisa sul suo profilo Facebook, ben si adatta alla “stranezza” di maggio e giugno che di primavera hanno avuto ben poco, soprattutto per la parte settentrionale del Belpaese che ha sofferto di più per i capricci del tempo.

La “guerra” tra l’anticiclone di origine africana e le correnti atlantiche più fresche ha spezzato in due l’Italia: il Nord ha dovuto fare i conti con l’instabilità, le piogge e i temporali. Il Sud, ad onor del vero, è stato più fortunato con sole, caldo e temperature superiori alla media del periodo. L’asticella della colonnina di mercurio, infatti, ha superato spesso il tetto dei 30 gradi, soprattutto nelle ore clou della giornata. Ma che cosa accadrà nei prossimi giorni?

Parola d’ordine: instabilità

La situazione resterà (in parte) simile anche nella terza settimana di Giugno che si preannuncia “movimentata” dal punto di vista meteorologico. Acquazzoni e temporali, anche intensi, torneranno a far visita al Nord dove, come detto, l’estate sta facendo più fatica a decollare. Tutta colpa di una nuova perturbazione atlantica che busserà alle porte dell’Italia, da Nord-Ovest.

Al Sud, le temperature sfioreranno i 35 gradi, soprattutto in Sicilia e Sardegna. Almeno fino a mercoledì/giovedì, quando arriverà la pioggia.

L’instabilità sarà accompagnata anche da un generale abbassamento delle temperature. L’asticella della colonnina di mercurio continuerà a segnare valori ‘estivi’ ma saranno più in linea con la media del periodo. Anzi, a tratti anche leggermente inferiori.

L’anticiclone delle Azzorre, ormai latitante, tenterà di riabbracciare il Paese nel fine settimana, ma farà fatica e questo darà ancora occasione al maltempo di imporsi con i suoi immancabili temporali.



In questo articolo: