L’estate scoppia all’improvviso, attesi picchi di 35 gradi al Sud. Sarà la prima ondata di caldo torrido

“Scipione l’Africano” sta cominciando la sua avanzata verso l’Italia. Sabato e domenica è prevista un’ondata di caldo torrido, la prima della stagione, con il termometro che toccherà anche i 35 gradi.

L’estate, non quella meteorologica, comincerà “ufficialmente” il 21 giugno, ma in questi giorni sta regalando un anticipo della bella stagione. L’asticella della colonnina di mercurio è tornata a salire su valori in linea o superiori alla media del periodo grazie a “Scipione”, l’anticiclone di origine africana che ha spazzato via il maltempo con un colpo di spugna. Dal fresco al caldo è stato un attimo.

Il meteo avrà due facce

Come avevano previsto gli esperti, l’alta pressione è riuscita, finalmente, ad impossessarsi della penisola, ma non sarà un dominio incontrastato. Le perturbazioni atlantiche – più fresche come abbiamo imparato –  stanno minacciando soprattutto il Centro-Nord, determinando su quei settori un indebolimento anticiclonico. La parola d’ordine sarà, ancora una volta, l’instabilità. In settimana, infatti, bisognerà fare i conti con i temporali improvvisi, alcuni dei quali talmente intensi che si potrà parlare di veri e propri nubifragi.

Al Sud, invece, il cielo rimarrà in prevalenza sereno o poco nuvoloso. Il sole, insomma, regalerà un clima dal sapore decisamente estivo, che mancava da aprile. Le massime faranno registrare valori compresi tra i 26 e i 30 gradi. La bella notizia è che aumenterà, giorno dopo giorno, soprattutto in Sicilia, Calabria, Basilicata e Puglia, dove si registreranno picchi di +35°C in molte località.

E il ponte del 2 giugno?

Chi è in procinto di partire durante il ponte si sta chiedendo che tempo farà. Bene, l’anticiclone che ha chiuso con un colpo di teatro un maggio non proprio primaverile potrebbe organizzare una vera e propria rimonta. Secondo le anticipazioni de “Ilmeteo.it”, una massa d’aria sub-sahariana potrebbe regalare al Belpaese la prima vera ondata di caldo torrido. Anche se è ancora presto per una previsione esatta, con ottime probabilità potremo passare la Festa della Repubblica al mare.



In questo articolo: