L’anticiclone non molla, ma rincara la dose di caldo: afa e 40 gradi fino a luglio

Attenzione al termometro perché l’anticiclone regalerà un’altra settimana di caldo intenso. In molte zone l’asticella sfiorerà i 40 gradi.

L’estate è davvero scoppiata. In questi ultimi giorni di giugno l’asticella della colonnina di mercurio ha sfiorato il tetto dei 40 gradi in molte zone del Centro-Sud. Lungo le coste, grazie alla brezza marina, il termometro ha segnato qualche grado in meno, ma l’afa (e in alcuni casi il vento di scirocco) ha reso l’aria irrespirabile. Tutto merito (o colpa, dipende da quanto si ‘sopporta’ la canicola) dell’anticiclone africano che non sembra intenzionato ad arretrare, almeno non subito.

Luglio parte con il botto

Come si legge sul sito 3BMeteo «il gran caldo, che sia afoso per alcune zone o torrido per altre, continuerà. Anzi, per la prossima settimana è attesa una nuova possibile ondata di calore intenso sulle regioni centro meridionali». Insomma, sono attese temperature ‘bollenti’, con punte massime pronte a schizzare su valori vicini ai 40°. Se le previsioni dovessero essere confermate, potrebbero “cadere” alcuni record della famigerata Estate del 2003, a memoria la più calda degli ultimi anni.

Chi ha organizzato le vacanze in questo periodo, lontano dal periodo clou e dalla ressa di agosto, potrà evitare di consultare il meteo per monitorare gli aggiornamenti. Sarà una settimana di fuoco, con tanto sole e caldo.

Appuntamento, salvo improbabili colpi di scena, alla seconda settimana di luglio, quando le temperature dovrebbero tornare su valori più tollerabili grazie alta pressione delle Azzorre, la vera protagonista dell’estate. Che differenza c’è? Beh, ci sarebbe sole, e caldo, ma senza eccessi. Più sopportabile, insomma.



In questo articolo: