‘Salento nel bicchiere’, Roma celebra il Negroamaro

Una grande vetrina, un appuntamento imperdibile. Una delle prelibatezze del Salento, il vino Negroamaro, verrà celebrato il prossimo primo febbraio a Roma, in occasione della kermesse ‘Salento nel bicchiere’, organizzata da Onav Roma e deGusto Salento.

Proprio così. L’accoppiata vincente, il sodalizio per antonomasia, l’alchimia mistica che pochi, come Salento e Negroamaro, possono vantare, saranno i protagonisti  su cui, il prossimo 1° febbraio, si accenderanno i riflettori della capitale: 54 etichette e 18 aziende chiamate a presentare i loro prodotti di eccellenza a un pubblico selezionato ed estremamente qualificato.

Salento nel bicchiere, questo il nome della kermesse promossa da Onav Roma e deGusto Salento che andrà di scena nelle sale dell’Hotel Imperiale di Roma dove la delegazione locale di Onav allestirà banchi di assaggio tecnici destinati ad operatori, giornalisti ed esponenti del settore horeca per poi, a seguire, spalancare le porte della storia del Negroamaro a winelover, appassionati e a tutti coloro che ne vorranno scoprire le caratteristiche e saperne di più riguardo a questo straordinario vitigno che, più di ogni altro, rappresenta il nostro territorio in Italia e nel mondo.

"Per noi tutti questa è un’opportunità stimolante per raccontare la qualità del vino da uve di  negroamaro e la sua intima relazione con il Salento ad un pubblico competente" dice Ilaria Donateo, presidente di deGusto Salento, che spiega come, quello di Roma, sia “un mercato interessante, sia perché le aziende a noi associate hanno già una presenza commerciale forte in quel segmento d’Italia, sia perché molti dei consumatori finali della Capitale alimentano quel flusso turistico residenziale che sceglie il Salento come meta estiva annuale con permanenza medio-lunga. Sono ormai tre anni che raccontiamo, portandolo in giro, il Negroamaro, e lo facciamo avviando partnership e consolidando rapporti con importanti istituzioni in tutta Italia. Siamo felici che Onav Roma abbia voluto proporre un pezzo significativo del Salento vitivinicolo; grazie alle aziende e alle loro etichette saremo in grado di dare una lettura del territorio attraverso storie di coraggio e di sacrificio, di lungimiranza e di dinamismo”.

Non solo negroamaro ma anche un’opportunità per gustare quanto di meglio la gastronomia salentina ha da offrire, partendo da un’importante selezione di formaggi locali offerti dal Caseificio Magnifica fino ad altri prodotti tipici presentati dalla nota azienda di sottoli I Contadini. “A noi interessa promuovere il vino, un vitigno in particolare, sua maestà il negroamaro” conclude la Donateo che, sottolineando come sia impossibile parlarne senza associarlo al Salento, guarda già alla prossima edizione del Roséxpo che, dal 3 al 5 Giugno prossimi, vedrà confermate Lecce e il Castello Carlo V come sue location naturali preannunciandosi, sin d’ora, assai più ricca di iniziative e sorprese rispetto agli anni precedenti.

Luca Nigro



In questo articolo: