‘Sei un chiattone’ e si rifiuta di rimborsare il biglietto del cinema: disavventura per un salentino a Napoli

Brutto episodio quello che si sarebbe verificato qualche sera fa un in cinema di Napoli. Un signore salentino, obeso, insieme alla sua fidanzata, si sarebbero visti negato il rimborso del biglietto dopo che questi avevano deciso di abbandonare la sala per via della loro stazza.

Ha dell’incredibile quanto accaduto ad un salentino con qualche chilo di troppo in visita nella città di Napoli. L’uomo, C. Leo di 42 anni, accompagnato dalla sua fidanzata, era intenzionato a passare la serata con la sua dolce metà in uno dei tanti cinema del capoluogo partenopeo. E così, scelta la pellicola e pagato regolarmente il biglietto, i due si sono recati presso la sala.
 
Qui, però, un piccolo problema. Le poltroncine della sala, infatti, si sono rivelate piuttosto strette per la stazza del signor Leo, il quale, dopo qualche tentativo di ‘incastro’ ha deciso, supportato anche dalla sua donna, si abbandonare la proiezione del film. Immediatamente si è diretto a cassa da dove, qualche minuto prima, aveva acquistato il biglietto di ingresso, chiedendo, ovviamente il rimborso. Forse ci sarà stato qualche momento di imbarazzo da parte dell’impiegato, ma sta di fatto che il salentino si è ritrovato a discutere direttamente con il gestore e titolare della sala cinematografica, il quale si è rifiutato di rimborsare le somme già pagate dai clienti.  ‘Che cosa ci posso fare io se lei, signore,  è un chiattone e non entra dentro le poltroncine della mia sala?’, avrebbe proferito il napoletano.
 
Decisamente allibito, insieme alla sua fidanzata, da una simile affermazione, il salentino ha preferito non proseguire nella discussione con le sue proteste, abbandonando, senza denaro e senza film, il cinema. Il 42enne, ad ogni modo, ha denunciato il fattaccio al Responsabile del ‘Comitato per i Diritti delle persone obese.



In questo articolo: