Si ripete Navig-abile, per un mare aperto ai ragazzi diversamente abili

Parte la sesta edizione di navig-abile, l’iniziativa di Lega Navale Italiana e Provincia di Lecce, che prevede escursioni in mare per ragazzi disabili. Appuntamento domenica 5 Luglio a San Foca.

Perché il mare è di tutti, quella distesa azzurra meravigliosa che lambisce le nostre coste è “aperto” a tutti. E proprio su questo principio che ritorna l’iniziativa realizzata dalla Lega Navale Italiana – Delegazione Puglia Sud e Basilicata Jonica e dalla Provincia di Lecce, con la Guardia Costiera, Aism sezione di Lecce, Ufficio della consigliera di parità della Provincia, Ato Servizi sociali di Martano e con gli assessorati alle Politiche sociali dei Comuni di Cavallino, Lizzanello, San Donato, Castrì, Vernole, Caprarica, Martignano, Calimera, Melendugno, Carpignano Salentino e Sternatia.
 
Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna per la sua sesta edizione “Navigabile 2015”, progetto che prevede escursioni in mare per ragazzi diversamente abili e le loro famiglie,
 
Il progetto salperà domenica 5 luglio, alle ore 9, dalla base nautica della Sezione, nell’Area portuale di San Foca (“Scoglio Papuscia”). A presentare l’iniziativa la consigliera alle Pari Opportunità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini Solero – che già da assessore alle Pari Opportunità aveva sostenuto il progetto – il delegato regionale Puglia Basilicata Lega Nazionale Italiana Andrea Retucci, il vicepresidente della Lega Nazionale Italiana sezione di San Foca Vincenzo Turichiuli ed il presidente dell’Ambito Sanitario di  Martano e sindaco di Martano Fabio Tarantino.
 
Ormai si sa: il contatto diretto con gli animali, l’ambiente e la natura in genere ha effetti più che positivi su quelle persone affette da disagi psichici o da malattie che menomano le capacità motorie. Come insegna Navig-abile, navigare il mare, in particolare, significa abbattere barriere architettoniche fisiche e mentali, e poter vivere un’indescrivibile sensazione di libertà.
E così, centinaia di ragazzi e ragazze diversamente abili, insieme ai loro famigliari, hanno l’opportunità di vivere un’emozionante giornata a contatto diretto con il mare, a bordo delle imbarcazioni messe a disposizione gratuitamente dai soci della Lega e guidate da esperti in navigazione.
 
Anche quest’anno abbiamo inteso promuovere questo progetto con l’obiettivo primario di avvicinare giovani e diversamente abili al mare ed alla pratica di sport acquatici, per consentire alle persone con handicap fisici e psichici di apprezzare le attrattive della navigazione e degli sport praticabili in mare, al fine di migliorare la loro situazione psicologica, prendere coscienza delle proprie potenzialità e per un più attivo inserimento nella vita sociale” ha spiegato Filomena D’Antini Solero.



In questo articolo: