Squalo elefante a Santa Maria di Leuca, lo spettacolo ‘ripreso’ dai pescatori

Quello che sembrerebbe un esemplare di squalo elefante è stato ripreso da alcuni pescatori al largo di Santa Maria di Leuca. Il video diffuso su facebook

Un altro esemplare di squalo elefante avvistato nelle acque salentine. Questo volta siamo al largo di Leuca. A darne la notizia la pagina Facebook ‘Santa Maria di Leuca‘, dove viene diffuso un video amatoriale di alcuni pescatori che si avvicinano allo squalo. La prima osservazione che si ascolta dagli esperti uomini di mare fa riferimento alle enormi dimensioni dello squalo. Più volte si sente nel video: “È più lungo della barca”.

Le immagini del video hanno destato la curiosità di tanti, soprattutto di appassionati e ricercatori. Non è la prima volta che si registra l’avvistamento di uno squalo elefante nelle acque salentine. A febbraio del 2020 un enorme esemplare fu avvistato a solo un miglio dalla costa di Torre Uluzzo, marina di Nardò, poche settimane dopo l’avvistamento di una foca monaca, a testimonianza della salubrità del mare.

Al momento non si sa se si tratta dello stesso esemplare avvistato, proprio pochi giorni fa, nel medesimo specchio d’acqua. Lo squalo elefante può misurare dai 6 agli 8 metri. Ha un’alta pinna dorsale che lo rende facilmente riconoscibile e vive negli oceani e nei mari temperati.

Mastodontico ma non aggressivo – il suo nome in inglese, Basking shark, si può tradurre in «squalo che si crogiola al sole» -, lo squalo elefante è assolutamente innocuo per l’uomo.



In questo articolo: