Studenti, una stanza in affitto a Lecce conviene: la conferma dall’indagine di ‘Cerco Alloggio’

Per gli studenti del capoluogo salentino il canone d’affitto, utenze escluse, si attesta nella fasce tra i 140 e 179 euro. Al secondo posto, la città di Foggia. A confermarlo, un’indagine del servizio ‘Cerco Alloggio Puglia’. Curiosità: si usano ancora le bacheche tradizionali.

Costa poco, spesso a due passi dal centro storico e in una città dove gli universitari affermano di trovarsi bene. Relativamente ai prezzi degli affitti, Lecce e Foggia si confermano come le città universitarie più economiche in cui vivere in Puglia. A confermarlo, un’indagine di cercoalloggio.com. Per gli studenti del capoluogo salentino il canone dell’affitto – utenze escluse – si attesta nelle fasce tra i 140-179 euro (il 42%) e i 180-219 euro (il 38,2%), per un canone medio di 178 euro. Per quanto riguarda Foggia invece circa il 51% degli studenti dichiara di pagare un affitto compreso tra i 180-219 euro (anche se un significativo 24,5% si pone nella fascia tra i 140-179 euro), per un canone medio di 176 euro al mese.
 
Questo il quadro emerso dall’indagine sugli affitti universitari in Puglia, promossa e diffusa tramite i canali online da “Apulia Student Service Soc.Coop.r.l.” grazie al servizio “Cerco Alloggio Puglia”, in collaborazione con A.Di.S.U. Puglia e grazie al supporto dell’Università di Bari, del Politecnico di Bari, dell’Università del Salento, dell’Università di Foggia, dell’Accademia delle Belle Arti e del Conservatorio di Foggia. Si tratta perlopiù di studenti/esse tra i 18 e i 25 anni che prendono casa in affitto nelle città in cui studiano, quasi sempre in appartamenti da condividere con altri coetanei. Il questionario ha raccolto i giudizi di circa 700 studenti che hanno valutato le condizioni di abitabilità delle case in cui vivono e raccontato la loro esperienza d’affitto in relazione alla tipologia di contratto di locazione stipulato con il proprietario e ai canali utilizzati per trovare un alloggio.
 
Curiosità: in un’epoca in cui i servizi sono sempre più digitalizzati e le informazioni viaggiano si condividono sui social network, è interessante notare come gli studenti in Puglia, per cercare casa, ricorrano ancora alle tradizionali bacheche universitarie (il 36,3%) o al passaparola con gli amici (quasi il 19%). I social network (il 75,4%) e i siti/portali specializzati nell’affitto (il 27%) restano tuttavia i canali privilegiati per cercare una casa/stanza in città.
 
In questa logica di complementarietà tra canali tradizionali e digitali, il servizio “Cerco Alloggio” – con la piattaforma www.cercoalloggio.com, l’utilizzo dei social network come “sportello virtuale” per gli studenti 24/24h. e la pubblicità sui canali tradizionali – ha dimostrato di essere un punto di riferimento per l’80,2% degli studenti intervistati nelle città di Bari, Foggia e Lecce. 



In questo articolo: