Facoltà di Medicina, al via i quiz. E c’è chi contesta, basta numero chiuso

Al via all’Università del Salento i test per l’iscrizione alla Facoltà di Medicina. Le associazioni studentesche insorgono: basta numero chiuso.

Giornata di test per chi vuole iscriversi alla Facoltà di Medicina. Il numero chiuso comporta proprio questo e l’Università del Salento si è attrezzata nel Complesso EcoTekne sulla via per Monteroni per consentire agli studenti che hanno il sogno del ‘camice bianco’ di poter effettuare questi benedetti o maledetti quiz dai quali dipenderà la loro sorte. Il sogno dell’iscrizione alla Facoltà di Medicina si potrà realizzare oppure dovrà essere messo nel cassetto; magari c’è chi ci riproverà dopo aver iniziato un percorso universitario più accessibile (nella speranza di poter transitare con il riconoscimento degli esami sostenuti) oppure ci sarà chi rinuncerà definitivamente a quella carriera difficile ma così socialmente utile. Agli studenti e alle loro famiglie (per chi è stato accompagnato) non è certo sfuggita la contestazione di quelle associazioni che hanno chiesto la fine del numero chiuso, inteso come una assurda barriera al merito. Del resto l’Italia è un Paese dalla scarsa memoria; nei giorni della pandemia da Covid 19, quando abbiamo chiamato i medici ‘angeli custodi’, promettevamo a noi stessi e a chi soffriva la riapertura libera delle iscrizioni alla Facoltà di Medicina, lasciando al merito l’unica barriera possibile, l’unico filtro, l’unica scrematura. Passato il pericolo siamo ritornati al vecchio andazzo. Numero chiuso, carriere lunghissime, sistemazioni professionali sempre più lontane, stipendi bassi. Chi può ovviamente va fuori, chi non ha possibilità sfida la lotteria dei test che non sempre, va detto, sono il criterio più certo per testare il merito.



In questo articolo: