#topnews24. Berlusconi, Merkel, Schumacher e Bersani. Le notizie del giorno in un click

Le notizie in prima pagina di oggi: Silvio Berlusconi, Pierluigi Bersani, Angela Merkel e Schumacher.

Disoccupata scrive a Berlusconi. Il Cav risponde con tre assegni da 50mila euro

Sta facendo il giro del web in queste ore la notizia del “regalo di Natale” che Silvio Berlusconi avrebbe fatto ad una coppia di disoccupati in attesa di due gemelli. Senza un lavoro, con un marito appena licenziato, due bambini in arrivo e le quotidiane difficoltà da affrontare nella vita di tutti i giorni. Una storia “comune” in tempi di crisi, fatta di disperazione, di bisogno di aiuto, di delusione. Tommasina Pisciottu, 40enne sarda ma residente a Roma, ha deciso di sfogarsi scrivendo nero su bianco la sua situazione, in un biglietto indirizzato a Silvio Berlusconi.  La donna non avrebbe mai pensato di ricevere risposta. Figuriamoci tre assegni circolari per un totale di 50mila euro.
"So che tanti dicono che i soldi non sono tutto e non fanno la felicità ma quando ti trovi alla soglia degli anta, senza lavoro e con due bambini in arrivo, i soldi ti servono eccome", ha raccontato la signora al Gazzettino.it, "Sono consapevole che molti di voi giornalisti non amate Berlusconi ma, al di là di quello che può aver fatto o non fatto, con me è stato un uomo meraviglioso e generoso, al contrario di tanti altri che potevano fare qualcosa e non hanno fatto nulla".

Bersani. Intervento riuscito,  i medici: «nessun danno neurologico»

Il malore improvviso poi l’intervento durato circa tre ore. Pierluigi Bersani ha trascorso una notte tranquilla nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di Parma. Il decorso post operatorio sta evolvendo in maniera positiva, fanno sapere dall'ospedale: tutti i parametri vitali sono stabili e nella norma. Nel bollettino medico, diramato intorno alle 11.00 di questa mattina per fare il punto sulle condizioni di salute del leader del centrosinista sarebbero esclusi anche «danni neurologici». Tuttavia è ancora presto per sciogliere la prognosi. Come ha spiegato alla stampa Ermanno Giombelli, il primario che lo ha operato «con questa malattia le complicanze possono emergere anche a distanza di qualche giorno. Sicuramente dal punto di vista della prognosi 'quoad vitam' siamo sulla buona strada. Io vado in barca ed ho l'abitudine di pensare che non si arriva mai finché non si attracca».  
Secondo il chirurgo, inoltre, il malore non sarebbe collegato allo stress dovuto agli eventi che hanno segnato la vita politica italiana dei primi mesi del 2013 e che hanno visto Bersani diretto protagonista. 
L’ex segretario del Pd al suo risveglio ha parlato prima con la moglie, Daniela, e poi le figlie, Elisa e Margherita che gli hanno riferito dei tantissimi messaggi di affetto giunti da mondo politico e dalla gente comune. Come riferito dal portavoce Stefano Di Traglia «Bersani è tranquillo. Credo che in questo momento la sua principale preoccupazione sia la registrazione della partita Juventus-Roma di domenica sera, che lui stesso aveva richiesto. Non so – ha sorriso – se sua moglie ha ceduto, svelandogli il risultato».

Brutta caduta sugli sci per Angela Merkel. Frattura al bacino e stop per 3 settimane

La cancelliera tedesca, Angela Merkel dovrà annullare i suoi impegni nelle prossime tre settimane a causa di una brutta caduta mentre faceva sci di fondo in Engadina,  in un sentiero poco distante da Saint Moritz, dove si trovava per le vacanze di Natale. A renderlo noto è il portavoce Steffen Seibert. 
La Merkel che ha riportato "una contusione grave associata a una frattura non scomposta dell’anello pelvico posteriore sinistro" sarà costretta a camminare con le stampelle e dovrà osservare un lungo periodo di riposo forzato.

Schumacher «condizioni stabili» ma ancora critiche. Intanto si cerca la verità

È passata più di una settimana e mentre l’ex campione di Formula1 lotta nel reparto di terapia intensiva dell'ospedale di Grenoble fuori si tenta di ricostruire con esattezza cosa sia realmente accaduto quel 29 dicembre. Il campione tedesco, tenuto in coma indotto per alleviare pressione e stimoli sul cervello, è in «condizioni stabili» ma ancora critiche. Non ancora fuori pericolo, dunque. Nessun altro dettaglio è stato fornito «per ragioni di privacy». Ed è per lo stesso motivo che non sono previste altre conferenze stampa o comunicati nei prossimi giorni. A parlare, invece, sarà la procura di Albertville in una conferenza fissata per mercoledì prossimo, alle 11.00 dal palazzo di giustizia. Risposte utili, in questo senso, potrebbero arrivare dalla telecamera montata sul casco di Micheal Schumacher o da un filmato girato casualmente da un turista tedesco.