Tutto pronto per il trapianto di midollo osseo: bambina salentina di 6 mesi positiva al Covid trasportata a Brescia da un C130J dell’Aeronautica Militare

La bimba ha viaggiato all’interno di una speciale barella di isolamento insieme alla mamma, anch’essa positiva al virus, assistite da un team medico di bio contenimento dell’Aeronautica Militare.

Troppo importante poter fare immediatamente il trapianto di midollo osseo per perdere tempo prezioso a causa dell’infezione da covid 19. Così ci ha pensato un C-130J dell’Aeronautica Militare, attrezzato con una speciale barella di isolamento avio trasportabile, a portare una bimba di appena sei mesi, positiva al Covid ma bisognosa di un trapianto urgente di midollo osseo, dall’aeroporto di Galatina a quello di Brescia Montichiari. Insieme alla piccola era ovviamente presente la mamma, anch’essa positiva al covid.Insieme si sono dirette all’Ospedale di Brescia dove è tutto pronto per il trapianto.

La mamma e la bambina, assistite da un team specializzato di bio contenimento dell’Aeronautica Militare composto da medici ed infermieri dell’Infermeria di Pratica di Mare, che è l’hub nazionale della Forza Armata nel coordinamento e la gestione di questo genere di trasporti, hanno potuto contare dunque su queste due speciali barelle,note in gergo tecnico con l’acronimo di ATI (Aircraft Transport Isolator).

A richiedere il trasporto aereo d’urgenza è stata la Prefettura di Lecce, cui ha fatto seguito l’ordine di decollo da parte della Sala Operativa del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico ad uno degli equipaggi della 46esima Brigata Aerea pronti al decollo per questo tipo di interventi. La procedura, ovviamente è stata complessa, poichè ha richiesto anche il coordinamento con la Italian Patient Evacuation Coordination Cell (ITAPECC) del Comando Operativo di Vertice Interforze (Covi).

Il C-130J dell’Aeronautica Militare, quindi, partito dalla base stanziale di Pisa, ha fatto prima scalo a Pratica di Mare per imbarcare la barella ed il team medico, per poi dirigersi sull’aeroporto militare di Lecce – Galatina. Il personale della Scuola di Volo del 61° Stormo si è immediatamente attivato in tempi brevissimi per garantire i servizi aeroportuali essenziali pur essendo un giorno festivo. Una volta imbarcata la barella, il velivolo è ripartito alla volta di Montichiari, per il successivo trasferimento in ambulanza all’ospedale di Brescia.

E adesso tutti facciamo il tifo per la piccolina e per la sua famiglia!



In questo articolo: