Trepuzzi, caserma dei Carabinieri intitolata all’eroico Cosimo Mazzotta

Ieri mattina, una cerimonia di intitolazione – assieme alla famiglia – in onore di Cosimo Mazzotta, carabiniere salentino morto prematuramente. La caserma di Trepuzzi, adesso, avrà il suo nome.

La cerimonia si è svolta in una cornice di pubblico da grandi eventi, nonostante il caldo, e ha visto la presenza di molte scolaresche e delle associazioni combattentistiche e d’arma. L'occasione era piuttosto speciale. Ed il fatto che i cittadini siano accorsi numerosi ne testimonia un grandissimo senso civico. Ieri mattina, a Trepuzzi, alla presenza del Comandante della Legione carabinieri “PUGLIA”  – il Gen. B. Claudio Vincelli -, del Sindaco Dott. Valzano e delle massime autorità provinciali è stata intitolata al Carabiniere MOVC Cosimo Mazzotta la caserma del Comando Stazione Carabinieri di Trepuzzi.

Il Giovane carabiniere nel 1980 si rese protagonista di un gesto nobile ed eroico alo stesso tempo. Era il 13 agosto, in provincia di Torino, quando Cosimo era a bordo della propria autovettura con un altro commilitone liberi dal servizio in compagnia di due ragazze. L’auto guidata dal giovane esce fuori strada e precipita in un lago che costeggia la strada. Una delle due ragazze rimane in balia dei flutti. Il carabiniere salentino non esita a tuffarsi per salvare la ragazza, riuscendo nell’intento ma arrivando a terra stremato dalla fatica. Con questa motivazione nel 2007 è stata concessa la Medaglia d’Oro al Valor Civile.

Oggi la signora Filomena, mamma di Cosimo con gli altri due figli, hanno scoperto la targa che ricorda quel nobile gesto che da lustro a tutta la cittadinanza di Trepuzzi. La signora Filomena ha voluto ricordare la memoria del figlio scomparso prematuramente donando un dipinto che raffigura Cosimo, naturalmente collocato all’interno della Caserma. Il giusto riconoscimento per un vero e proprio eroe, sprezzante del pericolo e – ne siamo certi – da esempio per i giovani che si apprestano ad entrare nell'Arma.



In questo articolo: