“Strade dissestate, persino i morti li dobbiamo portare in spalla”. Esasperati i residenti di via Maestri del Lavoro

Sono esasperati i residenti di via Maestri del Lavoro costretti a fare i conti con i problemi economici e sanitari causati dalla strada: sporcizia, buche e tante difficoltà

Non è solo una questione di «praticità». Un conto, infatti, è camminare su una strada asfaltata, correttamente illuminata e segnalata, un conto è destreggiarsi tra le buche, la terra e le sterpaglie. Via Maestri del Lavoro, a Villa Convento, è una vera e propria emergenza, soprattutto per gli abitanti della zona che oramai hanno perso il conto dei problemi causati da quel tratto di strada che collega via Pavarotti a via Ruggero Leoncavallo. Pochi chilometri, ma tanti tantissimi disagi, alcuni vissuti ogni giorno, altri più sporadici, ma non per questo meno importanti.

L’incuria, che la fa da padrona, è l’habitat ideale per i ratti, sempre più numerosi senza contare le zanzare, presenti a frotte. Problemi sanitari di non poco conto. Non va meglio neanche sul fronte ‘economico’: tanti i danni alle vetture dei residenti, senza contare i malumori degli ‘ospiti’ che temono a percorrere la strada proprio per le sue condizioni. Da non sottovalutare anche la difficoltà nella ricezione della posta e nel ritiro dei rifiuti da parte delle ditte incaricate.

Grattacapi, grane quotidiane a cui nessuno ha mai voluto trovare una soluzione come denunciano alcuni cittadini, stanchi dell’indifferenza che è stata riservata loro. L’apice si raggiunge quando qualcuno, malauguratamente, ha bisogno di aiuto. Ambulanze e automediche devono ‘rallentare’ per evitare le pozzanghere e conseguenze ben peggiori. Inutile dire che, nei casi di malori importanti, ogni secondo può essere prezioso. Anche durante i funerali, i familiari spesso preferiscono percorrere a piedi il tratto, trasportando il defunto a spalla. Non che per loro sia un peso, ma è un modo per far capire le difficoltà che vivono e che si sommano.

Una situazione diventata insostenibile, che ha esasperato chi è costretto a frequentare la strada. Per questo Mario Spagnolo e Luljeta Moriseni, candidati al consiglio comunale tra le file della Lega hanno preso carta e penna per scrivere una lettera al Commissario del Comune di Lecce. Quello che chiedono è un intervento urgente per via Maestri del Lavoro, perché non è possibile che, a distanza di anni, la strada sia ancora impraticabile. Basterebbe un po’ di attenzione in più e, ovviamente, di manutenzione.



In questo articolo: