Picchia la moglie e la abbandona sul terrazzo al freddo. Indagato il marito violento 

Il sostituto procuratore Giovanna Cannarile ha chiuso l’inchiesta e l’uomo risulta indagato per maltrattamenti in famiglia.

“A me della legge non me ne importa nulla, qui la legge sono io“. Eppure, il 49enne di Acquarica del Capo che ha proferito la minacciosa frase verso la moglie, dovrà fare i conti con la giustizia.

Il sostituto procuratore Giovanna Cannarile ha chiuso l’inchiesta e l’uomo risulta indagato per maltrattamenti in famiglia. Numerosi gli episodi contestati dalla Procura nell’avviso di conclusione delle indagini.

Gli accertamenti hanno preso il via dalla denuncia della moglie. Il marito, nel frattempo, è stato allontanato dalla casa familiare, con provvedimento del giudice civile.

Fino a giugno di quest’anno, il 49enne del basso Salento avrebbe schiaffeggiato e preso a pugni la donna, procurandole vari ematomi e una ferita al labbro. Inoltre, l’avrebbe minacciata dicendole che si sarebbe rivolto a qualcuno per “farla fuori”. E poi, tutta una serie di danneggiamenti e vessazioni. La casa messa a soqquadro nei momenti di collera. Il “sequestro” della macchina, dopo aver saputo che voleva separarsi da lui.

Non solo, poiché il marito violento l’avrebbe anche chiusa fuori di casa, lasciandola sola al freddo sul terrazzo, dopo averla inseguita con la scopa con l’intento di percuoterla. La moglie, in questa circostanza, sarebbe stata così costretta a “evadere” e a raggiungere con fatica la casa dei vicini, procurandosi lesioni al braccio. Infine, la 50enne sarebbe stata nuovamente percossa dall’uomo che le impediva di rientrare nell’abitazione, costringendola a dormire dalla sorella.

L’indagato è difeso d’ufficio dall’avvocato Daniel Viva. Invece, la presunta vittima è assistita dal legale Irene Chiffi.



In questo articolo: