Adibisce il box dell’abitazione a serra per la coltivazione di marijuana, in manette 41enne di Galatina

La scoperta da parte degli agenti del Commissariato di Polizia della cittadina salentina. L’uomo è finito nel carcere di “Borgo San Nicola”.

Continuano senza sosta i servizi di controllo del territorio legati all’operazione  “Legalità Diffusa: ad oltranza”.

Dopo l’arresto lampo effettuato nei giorni scorsi, dagli agenti delle Volanti e della Squadra Mobile di Lecce, a seguito di una rapina avvenuta all’interno della tabaccheria “Marotta” in piazza Napoli a Lecce, gli agenti del Commissariato di Polizia di Stato di Galatina, nel tardo pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto Leonello Baldari, 41enne galatinese, per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

L’uomo, già noto per precedenti specifici, era da tempo sotto la lente di ingrandimento degli investigatori per alcuni “movimenti” sospetti tanto che, nella giornata di ieri, hanno effettuato una serie di perquisizioni domiciliari, anche con l’ausilio cane antidroga.

L’ attività di perquisizione, svolta in diversi locali tutti rientranti nella disponibilità del 41enne, hanno confermato i sospetti degli agenti.

All’esito delle varie investigazioni domiciliari, infatti, dono stati rinvenuti: una dose di eroina di quasi 2 grammi; circa 35 grammi di marijuana; circa 9 grammi di resina di marijuana; 16 bustine contenenti semi di papavero, di marijuana ed altre similari un bicchierino in plastica con all’interno circa 14 grammi di marijuana; 1 bustina in cellophane contenente semi di marijuana; 16 bustine in cellophane contenente semi di papavero di diverse varietà; 14 grammi di marijuana essiccata; 2 piccoli tritatori.

Ma non finisce qui. Nel corso dell’attività gli uomini del Commissariato galatinese hanno scoperto, all’interno di un box, una serra dalle dimensioni di circa 3 metri x 3 e alta poco più di due metri, contenente 30 piante di marijuana interrate in vaso.

La struttura, con telaio tubolare metallico, pareti e basi in tessuto plastico telato e termico, era attrezzata con impianto di aerazione, d’irrigazione e illuminazione automatizzati: un trituratore in metallo; una serie di contenitori e sacchetti in plastica contenenti marijuana per circa 1 kilo e 200 grammi; 1 misuratore digitale di temperatura ed umidità perfettamente funzionante; 1 flaconcino da 50 ml, contenente insetticida per piante ed 1 siringa in plastica per la cura delle piante; 2 forbici; 1 flacone da 50 ml. di ormone per la crescita delle piante; 2 stufe alogene; condizionatore portatile; 4 ventole di areazione; 8 lampade a led; pompa a pressione manuale.

L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la casa circondariale di “Borgo San Nicla” a Lecce a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.



In questo articolo: