Chiuso il pub dell’imprenditore scoperto con droga e armi, il Questore firma il provvedimento

Il locale era diventato luogo operativo per la commissione di reati in materia di stupefacenti e detenzione di armi clandestine.

Nella giornata di oggi il Questore di Lecce, Andrea Valentino, ha adottato un provvedimento amministrativo, ai sensi dell’art.100 T.U.L.P.S., di chiusura del “Dejavu”, un bar del centro di Lecce, per la durata di 30 giorni.

Il locale, alla luce di quanto emerso da un’attività effettuata dal Nucleo Operativo di Pronto Intervento della Guardia di Finanza di Lecce, era diventato luogo operativo per la commissione reati in tema di sostanze stupefacenti e detenzione abusiva di armi clandestine.

Il titolare dell’esercizio commerciale, è stato arrestato l’11 dicembre scorso in quanto trovato in possesso di cocaina, armi con la matricola abrasa, munizionamento di diverso calibro e coltelli, il materiale rinvenuto in parte è stato trovato presso l’attività e in parte presso il domicilio dell’uomo.

Il Questore di Lecce, in qualità di Autorità di Pubblica Sicurezza ed in ragione “della pericolosità per l’ordine e la moralità pubblica ed il buon costume e per la sicurezza dei cittadini”, nella mattinata odierna ha firmato il decreto di sospensione della licenza per 30 giorni che è stato notificato ed eseguito dagli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso la Divisione Amministrativa e Sociale di “Viale Otranto” che hanno apposto i sigilli.