Esplosione per una fuga di gas a Porto Cesareo, non ce la fa il 62enne vittima della deflagrazione

La tragedia si è verificata lo scorso 21 giugno in località “poggio” nella cittadina rivierasca. Troppo gravi le ferite riportate.

Non ce l’ha fatta Franco Fanizza, il 62enne di Porto Cesareo vittima dell’esplosione verificatasi lo scorso 21 giugno nell’abitazione di sua proprietà a causa di una fuga di gas.

Troppo gravi le ferite riportate a seguito della deflagrazione, l’uomo, ricoverato presso il centro grandi ustionati dell’Ospedale Perrino di Brindisi è spirato nelle scorse ore.

La tragedia

Erano le 11.45 circa di venerdì scorso quando, nella cittadina rivierasca si è udito un forte boato. In un’abitazione in località «Poggio», lungo la strada che conduce a Sant’Isidoro, infatti, si era verificata forte esplosione dovuta a una fuga di gas. All’interno della casa erano presenti due persone, Franco Fanizza, la vittima e un 43enne. I due avevano sentito l’odore del combustibile ma, dopo aver chiuso l’interruttore del gas non avevano aperto le finestre per bonificare i luoghi e, una volta accesa la luce, è avvenuta la tragedia.

Sul posto sono immediatamente giunti i Vigili del Fuoco e i sanitari  del 118 che hanno accompagnato entrambi presso centro grandi ustionati di Brindisi.



In questo articolo: