Ex carabiniere freddato a colpi di fucile, sequestrato il computer della vittima. Continua la caccia al killer

I dispostivi elettronici verrano analizzati per cercare di risalire all’identità del killer ed al movente dell’omicidio di Silvano Nestola, 46enne di Copertino

Si continua a scandagliare la vita privata dell’ex carabiniere assassinato con quattro colpi di fucile a Copertino. In queste ore, sono stati sequestrati i supporti informatici, tra cui computer e telefonino, in cerca di elementi utili alle indagini. Adesso, i dispostivi elettronici verrano analizzati per cercare di risalire all’identità del killer ed al movente dell’omicidio di Silvano Nestola, 46enne di Copertino.

Sono stati acquisiti, inoltre, i filmati degli impianti di videosorveglianza presenti intorno alla zona in cui si è verificato l’agguato in cerca di tracce dell’omicida.

I Ris di Roma sono già al lavoro dopo il sequestro di due fucili, appartenenti ad un uomo di San Donaci, legalmente detenuti. Sarà una perizia balistica a stabilire se ci sia un nesso significativo tra le armi sequestrate e i bossoli ritrovati sul luogo del delitto. L’uomo, ricordiamo, ieri mattina era stato accompagnato in Caserma a Lecce per essere ascoltato insieme alla sua famiglia, come persona informata dei fatti.

E in queste ore, i carabinieri hanno setacciato contrada Tarantino, a Copertino, dove si è consumato l’omicidio. Era presente anche il Nucleo cinofili di Modugno, che si è avvalso del supporto del pastore tedesco Eny, alla ricerca dell’arma del delitto e di altri reperti utili alle indagini. La speranza degli investigatori è che il fucile utilizzato per compiere l’omicidio, sia stato abbandonato nelle campagne circostanti.

Silvano Nestola, ex carabiniere, è stato colpito a morte lunedì sera, intorno alle 22.00, a pochi passi dall’abitazione della sorella, dove era andato a cena con il figlio di 10 anni come quasi tutte le sere. L’assassino che a volto coperto ha premuto il grilletto sapeva di trovarlo lì. Conosceva quell’abitudine e lo ha atteso prima di colpirlo a morte.

Il fascicolo di indagine aperto dal pm Paola Guglielmi per omicidio volontario è, al momento, a carico di ignoti. E nelle prossime ore, il medico legale Roberto Vaglio eseguirà l’autopsia sul corpo di Nestola, dopo l’esame esterno cadaverico e gli accertamenti radiologici.



In questo articolo: