Sgomberato l’ex ospedale Galateo, nella struttura c’era solo un senzatetto

Sgomberato l’ex Ospedale Galateo di Lecce, diventato un rifugio per i senzatetto. Nella struttura c’era solo un ragazzo, invitato ad allontanarsi.

È cominciato alle prime luci del mattino lo sgombero dell’ex ospedale Galateo di Lecce, il sanatorio costruito in epoca fascista e da tempo abbandonato. Nel vecchio immobile di viale Rossini che dovrebbe diventare il primo “condominio solidale” del Mezzogiorno d’Italia, i Carabinieri, i vigili del fuoco, la Guardia di Finanza e gli agenti della sezione volanti della Questura di Lecce hanno trovato solo un senzatetto, un giovane senegalese di 33 anni, senza fissa dimora, che aveva cercato riparo nell’immobile utilizzato, in passato, per curare i malati di tubercolosi. Il giovane, invitato a lasciare l’imponente stabile, è stato affidato alle cure dei sanitari del 118, presenti sul posto come gli uomini della Polizia municipale che hanno aiutato durante le operazioni di messa in sicurezza dell’edificio che si sono svolte senza intoppi. Dovrà lasciare l’Italia entro sette giorni. Dagli accertamenti, infatti, è emerso che non aveva il permesso di soggiorno e che alle spalle aveva un provvedimento di esplusione, datato 16 giugno 2021, che non aveva “rispettato”.

I sopralluoghi

La struttura, come detto, era diventata un rifugio per i clochard che hanno spesso cercato riparo tra le mura dimenticate, approdittando dei cancelli aperti e non sorvegliati. Lo dimostra il fatto che, durante i sopralluoghi, sono stati trovati diversi giacigli di fortuna, segno di come il Galateo abbandonato sia usato come ‘dormitorio’ da chi non aveva un posto dove andare. Insomma, era stato occupato da un discreto numero di persone che hanno vissuto nella sporcizia. Nel giardino c’erano anche tracce di una colonia felina.

Il futuro dell’ex sanatorio, dopo anni di abbandono e proposte per farlo tornare a splendere, tutte cadute nel vuoto, è stato scritto: si trasformerà in un contenitore di generazioni, anime e storie di vita differenti. Prima del via ai lavori, una ditta, specializzata in interventi di bonifica e sanificazione, provvederà a igienizzare i locali e ripulire le stanze dai rifiuti.

Porte e finestre saranno murate per evitare che qualcuno possa tornare ad occuparla abusivamente.

Maggiori dettagli nel corso della mattinata.



In questo articolo: