Alternanza Scuola-Lavoro: la Guardia Costiera apre le sue porte agli studenti dell’Istituto Nautico di Gallipoli

La Guardia Costiera ospiterà 110 futuri “uomini di mare” che potranno seguire da vicino le attività quotidiane degli uomini in divisa.

La Guardia Costiera apre le sue porte per “ospitare” gli studenti del Nautico di Gallipoli. Non una semplice visita, ma un percorso di formazione vero e proprio grazie alla convenzione siglata tra la Capitaneria di Porto e l’Istituto “Amerigo Vespucci”. Una firma che ha dato il via all’alternanza scuola-lavoro che coinvolgerà circa 110 studenti.

I futuri “uomini di mare” seguiranno le attività istituzionali dei militari per circa 7 settimane durante le quali avranno non solo l’opportunità di avvicinarsi al “mondo” della Guardia Costiera, ma anche di mettere in campo le proprie conoscenze. Il tutto in un contesto che educa al rispetto delle regole e del mare come patrimonio da tutelare.

La convenzione prevede il coinvolgimento degli studenti appartenenti alle classi IV e V delle sezioni denominate “conduzione del mezzo navale”, “conduzione apparati ed impianti marittimi” e “costruzioni navali”, che parteciperanno alle attività sia amministrative sia operative che quotidianamente vengono svolte dagli uomini in divisa.

Nel corso del momento formativo, finalizzato a preparare gli alunni al complesso mondo del lavoro, saranno molteplici le possibilità di approfondire le diverse tematiche legate agli usi civili e produttivi del mare, di confrontarsi con il cluster marittimo nonché di assistere alle modalità di gestione e risposta alle emergenze in mare, coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di porto di Gallipoli ed eseguite dai mezzi navali del Corpo.


In questo articolo: